ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

sabato 24 giugno 2017

THE TRUE ENDLESS - Blacklight Inferno

Asgard Hass
Bentornati ragazzi!!il trio demoniaco nostrano dei The true endless, torna con l’ennesimo gioiello a distanza di quattro anni dell’ultimo full; cambio di label, ma la sostanza è rimasta invariata, tanto sano black metal venato di thrash. L’opener “Wings of wrath” rende benissimo, un brano ricco di atmosfere maligne, riff malvagi e caliginosi, voce proveniente dall’Ade e cambi di tempi repentini, assolutamente eccellente; ”The fire inside” è pura aggressione con un rifferama malvagio e nei solos un piccolo tocco melodico ad opera dell’ospite d’eccezione Andy “bull”Panigada dei leggendari Bulldozer; ”Pale waves è stupendamente nera, un brano che ha al suo interno atmosfere horror nel tessuto black dei nostri; un perfetto brano per il Dario Argento post Profondo rosso.

”Glorify the reaper” è uno dei miei brani preferiti e profuma di thrash metal sodomiano ,ma rivisto nell’ottica dei nostri; il motore ritmico creato dai demoni Soulfucker e Algol picchiano a dover e la chitarra invasata del singer M. dipinge scenari dove tutto è malvagità e sofferenza; e che dire del brano “Black swamp”?un brano che è perfetto con un intermezzo in mid tempo che fa scattare l’headbanging a rotta di collo e gridare a pugno chiuso l’anatema in secula seculorum! “Alchemica unione” è puro occult black metal cantato in italiano, potente e perfetto, ma l’asso è nella mortifera, malvagia e con un riffing che profuma di odio “Margoroth”; un brano che ha parti cantate in dialetto, ma il nero verbo dei nostri è un chiodo puntato sulla bara della religione cristiana. Un disco eccellente, perché il black metal dei nostri è quanto di più coerente e sentito nell’underground e si sente l’amore verso ciò che fanno e quindi portategli rispetto e comprate questo disco, lo meritano. 

Voto: 9/10  

Matteo ”Thrasher80” Mapelli