ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 22 giugno 2017

ICED EARTH - Incorruptible

Century Media
Gli americani Iced Earth sono un esempio di band capace di trarre il meglio da ogni occasione e da ogni loro ingresso in sala di incisione. Fin dal primo,forse un pò acerbo debutto Iced Earth , hanno regalato innumerevoli emozioni. Fecero il grande salto con una perla di musica heavy che risponde al nome di Something Wicked This Way Comes nel lontano ormai 1998. Da quel momento furono scaraventati davanti al mondo intero, diventando un punto di riferimento per molte nuove leve e per tutti gli amanti dell’heavy metal. Album dopo album, cambi di formazione continui non hanno minimamente scalfito le gesta di questa grande band. Anzi, sono cresciuti sempre di più. Oggi a distanza di tre anni circa da un un ottimo album come Plagues Of Babylon , i nostri tornano più in forma che mai, rilasciando un disco, Incorruptible, che non fa altro che confermare quanto di buono detto sopra. Riescono nell’intento addirittura di migliorarsi, presentando brani epici, rocciosi, granitici, dal grande impatto emotivo.

Stu Block risulta essere un grande cantante. Non facendo minimamente pensare ai suoi illustri predecessori, riesce nell’intento di sfoderare una prova superlativa. Passa da vocalizzi altissimi a parti parecchio basse, segno della sua classe innata. Il tutto inizia con Great Heaten Army, canzone dalle reminescenze thrash, con un riffing velocissimo, seguito da azzeccati cori e melodie che fanno già sobbalzare dalla sedia. Si continua con l’oscura Black Flag, un mid-tempo da paura, dove ancora una volta si può apprezzare tutto l’operato del gruppo, una sinergia assolutamente invidiabile e quasi mistica. Uno dei brani più belli e significativi per chi scrive è sicuramente Raven Wing, brano che sembra estrapolato direttamente da quella perla di lavoro pubblicato nel 1998. Rimanda indietro nel tempo, pathos, malinconia e pesantezza si sposano in modo sublime. Difficile staccarsi dall’ascolto di questa splendida canzone. Sandro Lo Castro Emozione pura. Se The Veil continua sulla falsariga della precedente , Seven Headed Whore può essere incorniciata invece come uno dei migliori brani thrash metal usciti negli ultimi anni. Si, perché agli Iced Earth è sempre piaciuto questo genere musicale in modo quasi morboso. Il rullo compressore di tutto quello che si trova in questo disco è sempre lui, mister Jon Shaffer , fondatore di questo progetto. Questo nuovo Incorruptible va a pescare quanto di meglio fatto durante il corso della loro carriera, portandolo ad un livello ancora superiore al resto della loro discografia. Nessun calo di tono,in nessun brano, semplicemente un capolavoro firmato Iced Earth. Da avere nel modo più assoluto. 

Voto: 10/10

Sandro Lo Castro