Mazzarella Press Office

EMP 1

domenica 13 novembre 2011

EAGLEHEART - Dreamtherapy

Scarlet Records

Penso sia doveroso fare i più sentiti complimenti agli amici della Scarlet Records, perché dando spazio a gruppi come questi Eaglehearth, significa dare un continuo sostegno al metal di qualità. Provenienti dalla Repubblica Ceca, questi Eagleheart, attivi da ben otto anni, giungono con questo eccellente Dreamtherapy alla pubblicazione del proprio secondo lavoro in studio, facendo ritorno sul mercato discografico a distanza di tre anni dal disco d'esordio Moment of Life. Da un punto di vista musicale, il gruppo ceco suona un power metal d'autore, fortemente influenzato da un sound di tipo sinfonico e melodico, ma sempre massiccio e possente. Come esempio principale per rendere meglio l'idea del loro stile, possiamo prendere gli Angra degli esordi, oppure del primo periodo con Eduardo Falaschi, ma anche gli Stratovarius di Episode per essere più precisi. Ovviamente non mancano i soliti riferimenti ad altri gruppi del settore, come gli Helloween, i Blind Guardian, i Labyrinth ed io aggiungere anche qualche gruppo più progressive, come possono essere i Symphony X ed i nostri Eldritch. A prescindere da tutte queste considerazioni ad ogni modo, ci troviamo di fronte ad un disco a dir poco eccellente, dove nessun particolare viene lasciato al caso. Certamente non sarà questo Dreamtherapy a cambiare il mondo, però questi ragazzi cechi ci sanno davvero fare, perseguono una identità molto precisa e dimostrano di essere in possesso di una personalità molto forte. Poi questi sono tutti musicisti ben dotati, soprattutto le chitarre sono ben modulate e questo fattore non fa altro che risaltare l'ottimo spessore tecnico di questo di questo disco e quindi di questi Eagleheart. I_ brani sono versatili, ma anche compatti ed hanno un impatto molto forte, oltre ad una presa immediata nonostante siano adagiati su strutture ben articolati e su arrangiamenti complessi. Un lavoro fondamentale, è stato poi effettuato in fase di produzione grazie all'operato di Roland Grapow (Masterplan, ex Helloween), che ha donato al disco un suono diretto, incisivo ed anche moderno. Può questo essere il disco della consacrazione degli Eaglehearth, quindi è fortemente consigliato ai fruitori di questo settore musicale.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella