ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

martedì 1 agosto 2017

KISSIN' DYNAMITE - Generation Goodbye "Dynamite Nights"

AFM
Kissin Dynamite, giovane band tedesca, nata da circa dieci annni, oggi si presenta al pubblico con il loro primo e ufficiale live album intitolato Generation Goodbye-Dynamite Nights. Lo fanno uscire appunto per festeggiare la loro prima decade di esistenza come band. L’etichetta li appoggia alla grande permettendogli di pubblicare un corposo e lungo live, che tra l’altro esce anche in versione Dvd. Ci sanno fare e anche bene in sede live. Con la loro miscela contenente hard rock, metal e perché no, anche un pizzico di pop music, riescono a catturare l’attenzione di un folto pubblico. Registrato in maniera encomiabile, con un suono pulito, potente e ruvido al punto giusto, sicuramente con qualche ritocco in studio. Dopo una breve intro, si parte subito alla grande con Generation Goodbye, un brano catchy, che in parte nelle vocals ricorda quasi un calmo Bon Jovi, non male come inizio.

Con il seguente brano ci si spinge in territori classic metal con Money Sex con chiari riferimenti anche al glam.Generalmente i brani si alternano tra quelli ritmati e smaccatamente ammiccanti dal punto di vista sonoro a quelli classicamente definibili come ballad. In questa loro prima esperienza con un live album ne escono vincitori, facendo uscire un prodotto di qualità che non annoia per la sua lunghezza, vede infatti ben 25 brani. Tutti ben bilanciati, tra classici e ultime produzioni. Hanno un grande seguito questi giovani, sia nella loro Patria Germania, sia nel resto d’Europa. Tra le venticinque tracce da segnalare ci sono sicuramente She’s A Killer, She Came She Saw che contengono tant groove. Against The World per la sua dolcezza risulta uno dei migliori brani. Questo live è un ottima occasione per avvicinarsi al mondo di Kissin’ Dynamite, conoscere le potenzialità che hanno e gustarsi un buon prodotto dal vivo. Ovviamente tutti i loro fan non se lo perderanno di sicuro e sono davvero tanti. 

Voto: 7/10

Sandro Lo Castro