Mazzarella Press Office

EMP 1

sabato 29 luglio 2017

THYRANT - What We Left Behind

Indie Recordings
La Spagna musicale, non è solo ritmi di flamenco, o musica artificiosa e artificiale di Ibiza; ma è anche metal, possente, scuro ed estremo. Già dalle prime note di “Bury me” si capisce che i nostri fanno un thrash/death anche debitore della scuola svedese per quanto riguarda alcune melodie e partiture di chitarra; questa opener è un muro sonoro, un up tempo dove le chitarre graffiano e hanno un’epicità di fondo, mentre il growl del singer è un urlo di odio e rabbia. “Endless hunt” è un mid tempo fatto da linee melodiche e heavy di chitarra, qui si sente un richiamo ai vecchi In Flames per l’influenza e l’ispirazione, ma i nostri sanno dare anche impatto con chitarre potenti e gusto melodico impeccabile. “Delusion” è terremotante, percussiva, epica; si sente l’animo battagliero dei nostri; una cavalcata heavy dove pathos e metal estremo si uniscono, il singer sa anche dosare bene growling a vocals più pulite e urlate. “Damned at midnight” anch’esso è un mid tempo, roccioso, dove le chitarre graffiano e la melodia è nettamente ispirata al metal più classico, un brano intenso e potente.

“Hard boiling” ha riffing tipicamente death metal, il singer utilizza un growl lacerante, un brano lento, possente con chitarre che graffiano, bello l’arpeggio che ci porta all’armonizzazione delle chitarre di scuola maideniana. La titletrack è una strumentale, strano, ma i nostri vogliono faci capire che sono capaci di dare anche intensità non solo colpendo, ma anche dando profondità ai brani come questa ottima strumentale, lenta ma ricca di melodia epica. “E.o.s.” è puro thrash/death metal, compatto, letale con ritmiche schiacciasassi in questo up tempo, e graffi di chitarra, senza per questo dimenticare le influenze dei sempiterni Iron Maiden ma rivisti in un’ottica più thrashy. “Carving the throne” è il brano più lungo del lotto, anche qui l’epicità e il pathos generato lo si respira a piene mani, brano pieno e ricco di potenza. Ottimo gruppo, e brava Indie recordings a saper guardare oltre e cogliere un po' di oscurità nella solare spagna. 

Voto: 7/10  

Matteo ”Thrasher80”Mapelli