Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Ombre Metalliche

Rossometile

Ruxt

martedì 12 dicembre 2017

VICTORIUS - Dinosaur Warfare "Legend of the Power Saurus"

Massacre
Quinto disco per questo ensemble tedesco che si definisce Jurassic power metal ! (alla faccia del bicarbonato di sodio direbbe il compianto Totò). Questi 5, propongono un concept a tema preistorico con un mix di fantascienza, che detta così può sembrare una tamarrata unica, e lo è, ma funziona. Si perché i nostri conoscono molto bene il power metal made in Germany e lo spandono a piene mani anche in questo ep. L’opener “Saurus infernus galacticus” fa presagire il tema; ruggiti saureschi, laser e suoni spaziali e cori che più power non si può, batteria speed classicamente power, chitarrone dai riffing helloweeniani; e un singer che non è il classico screamer e potrebbe essere i punto debole, ma invece si sposa alla perfezione; il chorus è perfetto, unito agli effetti, che ti proiettano direttamente al centro del concept creato dai nostri in questa saga; solos melodici e heavy. 

 “Legend of the power saurus” è speed/power che più power non si può, chitarrone in armonizzazione, tastiere epiche, e grande costruzione di riff con il singer che ce la mette tutta per sottolineare il tema eroico/fantascientifico e arrivano i cori a dargli manforte; anche qui un chorus che farebbe la gioia di qualsiasi nostalgico dell’epoca d’oro del metal crucco; assoli in scala melodica e in armonizzazione, cosa volere di più? “Lazertooth tiger” è anch’essa veloce, potente, con le chitarre che rileggono i più classici clichè degli Helloween, batteria velocissima, riff melodici e chorus; anche qui le chitarre cesellano solos ad alta grado heavy/power. “Razorblade raptor” è velocissima, con un riff ispirato e quasi “rubato” ai migliori Gamma ray; up tempo graffiante, chitarre che rendono bene sia in fase melodica che quando devono aggredire con riffing metal. “Flames of armageddon” è una cavalcata power retta da buone orchestrazioni, riffing compatti e il singer ce la mette tutta per essere credibile; i solos sono buoni, anche perché il gruppo sa e conosce bene il proprio terreno di gioco. Un buonissimo ep che farà la felicità degli appassionati del genere con un concept originale e ben fatto, buona prova. 

Voto: 7/10  

Matteo ”Thrasher80”Mapelli