Mazzarella Press Office

EMP 1

mercoledì 2 agosto 2017

MASQUERA DI FERRO - Stalactites

Wormholedeath
La grandezza di una label e dei propri collaboratori sta nel fatto di non chiudersi in all’interno di un solo genere musicale. La Worm Hole Death non si è mai posta confini, riuscendo ad avere al proprio interno un impressionante varietà musicale invidiabile per chiunque ed una qualità delle uscite elevata, come nel caso dei greci Masquera Di Ferro, giunti al loro secondo album. E sotto l’ala protettrice dell’etichetta italiana immettono sul mercato un ottimo disco di puro metal infarcito da forti influenze gothic rock, che vedono nelle vocals la maggiore tendenza verso il genere gotico appena citato. La formula è ormai rodata e di sicuro effetto, ovvero registrazione ai superlativi Real Sound Studio di Parma , coadiuvati sempre dal guru Wahoomi Corvi, questa volta in compagnia di Cristian Coruzzi. Poi ci sono loro i Masquera Di Ferro che se ne escono con strabiliante facilità e sicurezza con brani accattivanti, a tratti oscuri, dannatamente metal come Brinicle, posta subito dopo una breve intro. Superlativa prova dei musicisti greci nella title track Stalactites, groove a volontà, chitarre compresse, ritmica ariosa e voce gothic, uno dei brani più riusciti del lotto.

In Human Code si può sentire tutta l’anima immessa in questo lavoro, da tutti i musicisti che vi hanno partecipato. Stesso discorso lo possiamo fare con la successiva Persona, con in aggiunta stupende parti acustiche. La durezza del metal mischiata con l’eleganza del gothic qui diventa sublime. Un'altra traccia da segnalare vivamente è sicuramente Spartacus, dal tiro epico e battagliero, con tanto di cavalcate degne del miglior epic metal senza fronzoli. Tutto l’album poi è permeato da una certa malinconia di fondo, che rende affascinate il suono di ogni singola nota venuta fuori dagli strumenti, voce compresa. Più che elencare o descrivere i brani, si consiglia vivamente questo nuovo Stalactites, a tutti coloro che hanno voglia di avvicinarsi e ascoltare un grande lavoro targato Masquera Di Ferro. 

Voto: 9/10

Sandro Lo Castro