ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

martedì 11 luglio 2017

MINDCRUSHERS - Born in Doom

Autoprodotto
I nostri Mindcrushers conoscono molto bene la materia che suonano e plasmano, death/thrash puro. L’opener ”Death is a straight procession” è un bel brano diretto ,riffing thrash si mischiano alla materia più estrema in continuità, un up tempo che rallenta per poi nel solo melodico aumentare il grado in una cavalcata gustosa; ”Slaves of the white one” sembra puro death svedese per la materia trattata, preciso, potente; il basso scandisce bene la marcia dei nostri, una voce in growl ma comprensibile descrive l’orrore; ”Boredom” è uno dei pezzi di punta del disco, brano che è dinamico, potente con sfumature thrash; una cavalcata pesante ma che spinge all’headbanging, in mezzo anche intermezzi in blast beat; ma la cifra stilistica dei nostri dosa anche sapientemente la melodia negli assoli, per accelerare nel finale; ”Tragedy of happiness” è un brano preciso, incalzante; un up tempo che ha riferimenti ispirati al metal classico in alcuni frangenti ma sempre rivisti in chiave più estrema.

”Ogre” è dissonanza, ferocia e malvagità, un mid tempo in doppia cassa, lento e maledetto; ”Crystal night of knives” è un brano perfetto; death metal puro in questo tempo non troppo veloce ma graffiante, le chitarre fanno graffi nella materia metal, e la batteria picchia senza sosta con la doppia cassa; i solos di squisita fattura heavy danno ariosità al brano; ”Stone in a glass” è un brano con riferimenti chiari al metal classico, basta sentire il bridge melodico della chitarra, ma la dose di pesantezza viene qui moltiplicata dai tempi rallentati quasi doom inframezzati nel brano, ottimo; ”Dark endless” è una discesa nell’oscurità più nera, lento, opprimente, riffing neri e soffocanti in questa marcia lenta e senza via di scampo. Un gran bel disco quello fatto dai nostri, un disco che si sente che conoscono e amano la materia metal in ogni sua forma, e aspetto con impazienza che una label li metta in luce, perché questi ragazzi hanno stoffa da vendere. 

Voto: 8/10  

Matteo ”Thrasher80” Mapelli