Mazzarella Press Office

EMP 1

giovedì 8 giugno 2017

CRITICAL SOLUTION - Barbara the Witch

Crime
E adesso ascoltiamo il nuovo disco dei Metallica, ehi ma questi non sono i Metallica! Vediamo...Critical Solution, e vai!! Già perché questi norvegesi, non fanno black metal, ma fanno dell’ispiratissimo thrash metal e concettualmente sono vicini per tematiche horror ai danesi Mercyful Fate; difatti il concept album composto dai nostri sembra preso pari pari dalla penna del Re Diamante e la proposta musicale è un tiratissimo thrash metal debitore della Bay area con il cantante che sembra vicino al James Hetfield prima maniera. Si inizia con l’intro narrata “Natas for live”, dove una voce ci introduce nella storia per poi spararci in piena faccia “The village”,un brano thrash che più thrash non si può; batteria percussiva, chitarre “a grattugia”, cori riottosi e dei solos che mischiano soluzioni melodiche a rasoiate; altro pezzo a rotta di collo è la titletrack, potentissima e ad alta gradazione di pogo in caso di riproposizione in sede live; perché i nostri norvegesi non sono degli stanchi interpreti, ma dei veri amanti del genere e i brani ti entrano sottopelle, perché sono scritti benissimo; come la cavalcata “The headless horsemen” dalle atmosfere horror e chitarre graffianti, e un intermezzo rallentato acustico a rendere ancora più gustosa la formula per poi spingere l’acceleratore in solos melodici da goduria.

Tecnica e passione al servizio del metal, combinate l’aggressione dei migliori Testament e Exodus combinati al gusto melodico dei four horsemen passati e avrete i Critical Solution. “Peter crow” è una brano senza pieta, con la batteria in piena attività e cambi di tempo che passano da tempi speed/thrash, a rallentamenti senza per questo scendere di livello ,la tensione tecnico/esecutiva non scende mai, ottima fattura; che dire se non che la band in questione incarna tutto quello che si deve avere per godere di un disco thrash metal come si deve: tecnica, canzoni, costruzioni melodiche e tensione emotiva alle stelle; terzo disco da favola macabra scritto da questi thrashers del nord; per chi fosse deluso dalle prove degli ultimi Metallica, questo è il disco che fa per voi, io ritorno ad ascoltarli, bravi. 

Voto: 7,5/10 

Matteo “Thrasher80” Mapelli