Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

lunedì 8 maggio 2017

FIRESPAWN - The Reprobate

Century Media
Che disco ragazzi! qui abbiamo la crème de la crème del metal estremo di pura marca svedese, già mi ero entusiasmato con la precedente prova” Shadow realms”,ma qui si replica, e soprattutto dati i personaggi coinvolti: LG. Petrov, Fredrik Folkare, Victor Brandt, A. Impaler e Matte Modin alla batteria (servono presentazioni? Ndr), forniscono una prova maiuscola su come si deve scrivere, comporre e suonare dello swedish death metal, malvagio, senza fronzoli e pietà. “Serpent of the ocean “fa capire che aria tira, blast beat tiratissimo, chitarre con riff ad incastro e soprattutto il buon lg sugli scudi, altra scudisciata “Blood eagle”, pezzo magistrale di arte estrema, con un solo assassino, ma non si picchia solamente “Damnatio ad bestias” è malvagia e cadenzata, dannazione eterna pura con il singer che fa sentire tutta la sua intensità e pienezza passando da un registro vocale all’altro e la band è compatta e precisa,”General’s creed” è un brano di puro metallo svedese perfetto.

Tempi veloci, melodie malvage, e un cambio di tempo in corso dell’assolo di chitarra melodico e malsano il giusto; la titletrack non lascia prigionieri, un saliscendi sonoro fatto di riff urticanti, vocals profonde e una sezione ritmica affiatata e compatta, un bulldozer lanciato senza pietà, col marchio dell’inferno. La produzione potente e cristallina dona a tutti gli strumenti pulizia sonora e facendoli sentire protagonisti ;i nostri essendo dei veterani della scena e avendo dato tanto ,potrebbero vivere di rendita, ,perché ne hanno anche scritto la storia; basta solo citare i due capolavori estremi delle band madri di Petrov e Folkare per rendersi conto ancora oggi della portata di quei due lavori, ma invece eccoli con una formazione e un lavoro che denota amore per il metal estremo e la voglia di mettersi in gioco con passione e soprattutto con freschezza e classe; perché il death metal svedese ha dei canoni ben precisi, ma è il modo col quale viene interpretato che ne fa salire il grado di personalità alla mera imitazione e qui, siamo su un altro pianeta, altro obbiettivo centrato; quindi mi resta solo che dire una cosa, compratelo. 

Voto: 9/10  

Matteo ”Thrasher80” Mapelli