ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

sabato 5 novembre 2016

TZAD - The New Era

Sifare Edizioni Musicali
TZAD è un progetto che fa capo a Andrea Balzani, tastierista molto preparato e dal talento straordinario che ha messo al centro il proprio strumento, arricchendo i propri componimenti poetici del supporto di altri strumenti capaci di arricchire la sua proposta sia da un punto di vista squisitamente tecnico, che di contenuti musicalmente propositivi, in particolar modo la chitarra, suonata straordinariamente da un mostro sacro delle sei corde come Francesco Ivan Sante D'Alò, che in coppia con lo stesso Balzani, riesce a costruire qualcosa di davvero raffinato. Un concetto palpabile in Dreaming To Fly (rivista anche in una versione differente in fondo al disco), capace di estasiare in poco meno di cinque minuti, nei quali i due artisti duettano meravigliosamente. Come quindi non innamorarsi di The New Era, che aperto dall'ipnotico Prologue, da il via ad un lavoro moderno ed attuale, impostato come se fosse la colonna sonora della vita, ovvero, della realtà in cui viviamo. Ne viene fuori un insieme di emozioni, come nel caso di Berceuse (in Synth), dove la speranza si fonde con l'aspetto oscuro dell'esistenza. L'album visita diversi suoni e diverse anche culture, Celtic Soul ne è esempio palese, successivamente Prelude da il via ad un aspetto differente del disco, più riflessivo, ma anche più complesso. The New Era è un disco raffinato ed elegante, Donya (The Silent Sea) è una sintesi dell'arte di Andrea Balzani, mentre Serenad, dopo l'episodico Air in D Minor, conferma come la musica può essere pura poesia anche senza l'uso delle parole.

The New Era non è immediato, va capito e compreso, quasi studiato e ad ogni ascolto arricchisce l'ascoltatore di un particolare emozionale, come voler racchiudere un insieme di concetti ideologici che solo il cuore può percepire. Aspetto non sempre comune nella musica odierna. Ed è il battito di Oniric Version a darci questa percezione, quasi leopardiana, che al pessimismo cosmico, associa sempre una piccola luce che lascia la speranza della quiete dopo la tempesta. Lullaby annuncia la fine, come la ninna nanna che addormenta un bambino, per poi ritrovarsi nel nuovo mondo di The New Era, la colonna sonora perfetta che potrebbe echeggiare nel Paradiso. La soundtrack ideale che chi scrive, per la Divina Commedia del sommo poeta Dante Alighieri. TZAD mette insieme poesia, musica e sentimento, passione e talento. Aspetti da comprendere con la parte interiore dell'uomo, componenti capaci di illuminare il lato oscuro di ognuno di noi.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella