ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Feltrinelli 1

Promozioni su La Feltrinelli.it

giovedì 10 novembre 2016

SEPTEM - Intervista alla Band


Risponde Daniele Armanini: Cantante

Siete appena usciti sul mercato discografico con un nuovo album in studio, potete presentarlo ai nostri lettori?

Ciao gente grazie dello spazio che ci concedete e un saluto a tutti i lettori. Il nuovo album si intitola "Living Storm" ed è stato scritto e registrato tra l'inizio del 2015 e l'aprile del 2016. E' un album che abbina sonorità molto potenti e deflagranti ma ricco di melodia e armonia; che attingono da varie correnti metal, il tutto giocato su l'uso di doppie voci clean e growl che rendono ancora più particolare e personale la nostra proposta.

Come è nata la vostra band e quali sono le vostre origini?

La band è nata nel 2003 (io invece sono entrato nel Settembre 2008) dalla fusione di due band precedenti. Sin da subito l'intento dei SEPTEM è stato quello di voler proporre musica propria ed originale e dopo vari fisiologici avvicendamenti, nel 2011 siamo riusciti a registrare una prima demo e nel  2013 ad arrivare al primo omonimo disco, il resto sono qua a raccontarvelo.

Come è nato invece il nome della band?

Semplicemente dal fatto che in origine i membri originali erano sette, appunto ! hahahaah. Ma ovviamente il nome è anche derivato dal simbolismo evocativo che il numero sette porta con se praticamente in tutte le culture del mondo. Un numero importante e dai tanti significati: le virtù, i peccati,i chakra e gli esempi potrebbero continuare. Più semplicemente, a noi piace l'idea che questo nome non ci identifica immediatamente con un genere musicale preciso e ciò può essere motivo di curiosità ed un invito a scoprire cosa fanno i SEPTEM.

Ci sono delle tematiche particolari che trattate nei vostri testi o vi ispirate alla quotidianità in genere? Che peso hanno di conseguenza i testi nella vostra musica?

Le liriche delle  canzoni hanno un grande importanza nella nostra Musica, tanto che a volte ispirano il brano stesso. Di solito me ne occupo io, visto che sono il cantante, ma non abbiamo alcun vincolo di sorta su qualsiasi tema o ispirazione, ne tanto meno un metodo standard che utilizziamo. Accade che mi faccio trasportare dal mood del brano e spontaneamente ecco che il testo prende forma e può trattare di qualsiasi argomento, sia di fantasia che di vita vissuta, oppure può accadere che i miei compagni  mi propongano un soggetto su cui lavorare ed allora cerco di carpire al meglio le sensazioni o di descrivere le cose da punti di vista alternativi, altre volte ancora è successo che le liriche siano state scritte da più di uno di noi ! Tutto ciò fa si che la stesura sia sempre molto diversificata e imprevedibile.

Quali sono gli elementi della vostra musica che possono incuriosire un vostro potenziale ascoltatore e quali sono quindi le qualità principali del vostro nuovo album?

Credo che in "Living Storm" si possano trovare tanti aspetti che per un motivo o per l'altro potrebbero attirare l'attenzione degli ascoltatori. Potenza,melodia,ritmiche potenti e serrate,passaggi evocativi,chitarre arrembanti,batteria schiacciasassi e un utilizzo delle voci davvero vario ed ispirato.

Come nasce un vostro pezzo?

Come ti dicevo non abbiamo un metodo preciso. L'ispirazione può nascere da qualsiasi fonte senza limite alcuno. Un riff di chitarra, un tempo di batteria, una linea vocale, tutto può contribuire ad accendere la nostra ispirazione e a far nascere una nuova canzone. Ognuno di noi può arrivare con un idea che viene poi sviluppata da tutti e cinque come in un grande gioco di squadra. Ecco forse questo è l'aspetto che contraddistingue il nostro modo di lavorare. L'idea del singolo è poi filtrata e rielaborata da tutti noi tanto che alla fine diventa l'idea di tutti e ciò rende ancora più compatta e coesa anche l'interpretazione del brano stesso. Questo è anche il motivo per cui i brani vengono sempre firmati a nome SEPTEM, proprio per rimarcare che tutti hanno contribuito a creare il pezzo.

Quale è il brano di questo nuovo disco al quale vi sentite particolarmente legati sia da un punto di vista tecnico che emozionale?

Difficile dirlo.... davvero. In un modo o nell'altro hanno tutti una personalità così distinta che per un motivo o per l'altro ci piacciono tutti.Ognuno di noi potrebbe scegliere un pezzo, ma alla fine sono tutti brani in cui abbiamo messo il cuore e non è possibile fare una scelta.... Siamo legati all'album totalmente ! 

Quali band hanno influenzato maggiormente il vostro sound?

Tutti e cinque abbiamo dei gusti molto diversi e tutto ciò a contribuito a formare il nostro stile. Sicuramente posso farti un nome di band a testa per ognuno di noi, perchè sono le nostre preferite: Deep Purple,Queen,Dream Theater,Pantera e Lamb of God.... ma  anche Iron Maiden, Black Sabbath, In Flames, Skid Row... tutto il Rock, Hard Rock e l'Heavy Meatl a 360° !  La verità è che i nostri gusti comprendono davvero tante altre bands e tanti altri generi musicali molti differenti tra loro ed è difficile poter descrivere il tutto.

Quali sono le vostre mosse future? Potete anticiparci qualcosa? Come pensate di promuovere il vostro ultimo album, ci sarà un tour con delle date live?

Attualmente stiamo lavorando per pianificare date live un pò in Italia e un pò all'estero, ma è ancora tutto working progress, nelle prossime settimane potremmo già concretizzare un pò di cose e sicuramente allora faremo tutti gli annunci del caso.

E’ in programma l’uscita di un album dal vivo o magari di un DVD?

No per ora ci concentriamo solo sul nuovo arrivato e sulle date live da programmare, anche se non vi nascondo che stiamo già lavorando su materiale nuovo!

Come giudicate la scena musicale italiana e quali problematiche riscontrate come band?

E' sempre molto difficile rispondere a questa domanda.... Dipende da cosa vogliamo intendere per scena.... io parlerei più di un vario panorama dove sicuramente si muovono tante ottime band e musicisti molto bravi e con tante belle idee, tra cui noi SEPTEM. Trovo che in Italia ci siano davvero molti gruppi che non hanno nulla da invidiare a molte bands estere e con tanto da dire e da proporre.
I problemi principali credo siano sempre più o meno i soliti: la solita mancanza di mezzi un pò a tutti i livelli, la poca voglia di puntare sui gruppi emergenti in sede live, professionalità latente a volte e mi duole dirlo ma anche un pò di inerzia nella domanda....diciamo che le potenzialità artistiche ci sarebbero tutte ma manca ancora qualcosa a livello tecnico organizzativo per dare una maggiore spinta a tutto il movimento che ha davvero in se tante belle proposte da offrire. Rimango tuttavia convinto della bontà di molte realtà che comunque esistono e sul supporto della gente che sa sempre riconoscere le bands valide. 


Internet vi ha danneggiato o vi ha dato una mano come band?

Sinceramente qua ci sarebbe da discutere per ore,ma molto semplicemente credo che internet in se sia solo uno strumento che a seconda di come viene usato può essere molto utile oppure dannoso. L'utilità è ovviamente data dal potenziale supporto che essa può fornire alle bands che magari non hanno alle spalle etichette o case discografiche ad occuparsi della promozione, quindi ecco che grazie alla rete tutti hanno la possibilità di rendere visibile ed udibile la propria musica attraverso video,foto,comunicati e quant'altro. Internet offre molte possibilità,pure gratuite,di poter far circolare la propria musica anche a chi non ha mezzi sufficienti o è sponsorizzato da nessuno. Di contro il downloading selvaggio, la pirateria e l'uso sconsiderato della stessa può essere ovviamente fonte di danno per le bands, che vedono così assottigliarsi le vendite al minimo oppure il fatto di passare la vita sui social senza andare ai concerti e supportare live i gruppi,genera un ulteriore handicap a tante bands underground che  cercano di trovare una possibilità per emergere.
Bisognerebbe solo farne saggio uso.

Il genere che suonate quanto valorizza il vostro talento di musicisti?

Credo che ognuno suoni il genere che più sente proprio e che più lo faccia sentire realizzato. Per noi è così. Siamo totalmente soddisfatti di quello che facciamo e a cui ci dedichiamo. La Musica che componiamo ci fa sentire assolutamente valorizzati e gratificati, perchè attraverso di essa sentiamo  di poterci esprimere in pieno sia come musicisti che come persone.

C’è un musicista con il quale vorreste collaborare un giorno?

Ce ne sarebbero tantissimi !!!  In qualche modo io personalmente (con la mia vecchia band) ho aperto per una serata a Ian Paice dei Deep Purple (che sono il mio gruppo preferito e non dico altro !),sono stato invitato da Peso dei Necrodeath a cantare con il suo duo acustico alcuni hit metal rivisitati in quel contesto. Sul disco abbiamo lavorato a stretto contatto con Tommy Talamanca dei Sadist che si è occupato di tutto il lavoro di studio e registrazione dell'album, in oltre mi piacerebbe coinvolgere anche Trevor sul prossimo disco! Come band Septem ha condiviso il palco con gruppi come gli italiani Sabotage, Pino Scotto,Malnatt, Frostmoon Eclipse, etc etc e poi per Tank,Voivod e molti altri!
Se proprio volessi esagerare direi che fare un bel tour mondiale di spalla agli Iron Maiden sarebbe proprio una gran bella cosa ! hahahahaha.

Siamo arrivati alla conclusione. Vi va di lasciare un messaggio ai nostri lettori?

Vi ringrazio nuovamente dello spazio che ci avete concesso e saluto con un grande abbraccio tutti i lettori di  Giornale Metal esortandoli a dare un ascolto a "Living Storm", possibilmente ad acquistarlo e di seguire i Septem dal vivo, son sicuro non se ne pentiranno. I Septem vi salutano. Be good, drink beer, fuck and Rock'n'Roll !

Maurizio Mazzarella