ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Feltrinelli 1

Promozioni su La Feltrinelli.it

sabato 8 ottobre 2016

GIANNI DELLA CIOPPA - I 100 Migliori Dischi Hard Rock (1968-1979 - L'epoca d'oro)

Tsunami
Con competente esaustività Tsunami Edizioni va ad arricchire ulteriormente la collana “I 100 Migliori Dischi…”, questa volta affrontando un genere, quello in questione, talmente particolare e ostico da affrontare data la sua essenzialità. Collocato immaginificamente al centro dell’evoluzione sonoro-musicale di quel magnifico strumento che è la chitarra, l’hard rock ha traghettato i suoni di matrice tipicamente rock blues, beat e psichedelici verso i territori più estremi dell’heavy metal per tutta la durata dell’arco temporale segnalato nel titolo, regalandoci nel frattempo una moltitudine di band imprescindibili e tanti, tanti bellissimi album. Sintomaticamente quindi, pur attingendo sempre da un rooster di ottimi autori per le sue pubblicazioni, questa volta la casa editrice milanese ha dovuto ben meditare a chi assegnare l’onore e l’onere di una tal difficile trattazione, giungendo di conseguenza ad un matrimonio editoriale che molti appassionati e cultori della materia aspettavano. Quello con Gianni Della Cioppa, una delle firme più autorevoli nel panorama del giornalismo musicale specificatamente rock e, senza dubbio, la migliore per tutto ciò che riguarda hard rock ed heavy metal. Se tale affermazione a qualcuno può sembrare ardita, a confutare qualsiasi dubbio parla il curriculum di una vita dedicata alla causa non come mestiere ma come passione. Chi legge di musica da tanti anni ricorda con nostalgia la sua intensa opera di divulgazione sulle colonne del glorioso Metal Shock, ma ancora oggi il nostro, anche autore di altri ottimi testi tra i quali citiamo il seminale Italian Metal Legion, è incredibilmente operativo sulle colonne di prestigiose testate (come l’edizione italiana di Classic Rock ad esempio), tenendo numerosi seminari a tema, sostenendo la sua etichetta (Andromeda Relix) e presenziando puntualmente a concerti, mostre ed eventi vari, con innocente ed immutato entusiasmo. La semplicità, propria dei grandi, con cui Gianni incrocia tutti i suoi interlocutori, artisti e lettori, costituisce il fattore vincente del suo scrivere ed in special modo rende particolare il testo che stiamo recensendo. Non pensato come una bibbia definitiva dell’hard rock ma, al contrario, come una guida snella e di gradevole consultazione per la quale l’autore ha riascoltato attentamente gli album proposti e ne ha compilato le schede a valle anche delle chiacchierate con lettori ed addetti ai lavori nelle tante occasioni d’incontro. Il risultato finale è che abbiamo tra le mani un testo notevole ed originale, di sicura utilità ai più giovani come punto di partenza di un cammino articolato e profondo ma, contrariamente a quanto accade per altre pubblicazioni simili, estremamente interessante anche per noi lettori più attempati in quanto, grazie ad una selezione di album niente affatto scontata, fornisce notevoli spunti di riflessione, nonché rivela alcune chicche inaspettate (non credo che a tutti siano note le vicende di gruppi come Bloodrock, Warhorse, Buffalo, Lucifer’s Friend…) costituite da dischi sconosciuti ai più, ma che son stati annoverati come importanti proprio da chi poi è diventato tra i nomi fondamentali dell’hard rock. I nostri complimenti Gianni Delle Cioppa, come sempre la tua firma ha fatto la differenza!!! 

Voto:  9/10 

 Salvatore Mazzarella