Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

venerdì 27 maggio 2016

TOMBETO CENTRALE - Il Silenzio Della Collina

Qua' Rock Records
I Tombeto Centrale ci sanno davvero fare ed anche tanto. Il loro è un rock squisitamente italiano, che si rifà ad al periodo d'oro di gruppi come Diaframma e Litfiba, unito a venature punk ed inserti dark, misto con forti ingredienti estrapolati da alcune band più attuali, come i Marlene Kuntz o addirittura gli Afterhours. Dentro poi c'è tanta, tantissima personalità, che dimostrano quanto i Tombeto Centrale perseguano un'identità particolarmente precisa. Già Con Fa# Economico che apre il disco si ha una sintensi ampia del valore assoluto della band, sia da un punto di vista compositivo e strutturale, che tecnico, aspetto che fondamentalmente viene maggiormente fuori in Sociale Network, nel quale i Tombeto Centrale puntano su una dimensione psichedelica alla Sonic Youth. Fiori Serpenti a seguire è un'autentica sorpresa, perché viene fuori anche l'anima grunge del gruppo, che ricorda involontariamente Come As You Are? dei Nirvana ed anche in questo si nota il grande talento dei Tombeto Centrale. Con Il Venditore di Tappeti si percorrono territori più melodici e progressivi, riconducibili ai Timoria di Viaggio Senza Vento ed Eta Beta. Mr Beaver dall'aspetto molto Pink Floyd, esalta l'ispirazione di un gruppo variegato per le influenze, ma ben indirizzato su quella che è la propria identità di fondo.
L'aspetto più tecnico ed esaltante dei Tombeto Centrale è incentrato nel brano Desiderio Semplice, che spiazza in più circostanza perché non segue un percorso precostruito e dimostra l'ottimo lavoro delle chitarre che ben si sposano con la sezione ritmica. Un discorso che si sposa bene anche con Viandante (sul mare di nebbia), grazie ad un sound molto moderno ed attuale, oltre che ad uno stile particolarmente ruvido. L'altra è un chiaro conferma quanto ci sia dei Marlene Kuntz ci sia nei Tombeto Centrale, differentemente Scroodge MD è probabilmente il componimento che più inquadra la classe e lo stessore artistico dei Tombeto Centrale. La chiosa del disco è affidata alla title-track, un'altra perla dai connotati poetici che dura oltre sette minuti, rimarcando la bravura strumentale e compositiva di un gruppo che con questo album ci regarla una pregevole perla musicale. 

Maurizio Mazzarellla