ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Feltrinelli 1

Promozioni su La Feltrinelli.it

lunedì 24 novembre 2014

AT THE GATES - At War with Reality

Century Media
Non poteva esservi ritorno migliore da parte di una band seminale come gli At The Gates. A distanza di diciannove anni da Slaughter of the Soul, era necessario un album di una portata simile ed At War with Reality è una naturale conseguenza di quello che è stato un disco che ha fatto la storia del death metal di matrice scandinava, influenzando un vorticoso numero di band. E' un lavoro di inaudita potenza At War with Reality, capace di riportare al presente la straordinarietà di Slaughter of the Soul con un approccio più attuale. E si sente dalla prima all'ultima nota, con brani straordinari come Death and the Labyrinth e la stessa title-track, che non lascia scampo ad alcun equivoco di sorta. Gli At The Gates sono rimasti coerenti, spaccano nel classico germo metallico e mostrano una tecnica mostruosa. Aspetti ben presenti nella title-track, come anche in The Circular Ruins dove viene fuori la qualità strumentale di una band che nel tempo è maturata notevolmente. Se le chitarre risultano ben modulate e Tomas "Tompa" Lindberg è autore di una pregevole prova dientro al microfono, a stupire è la sezione ritmica, con la batteria di Adrian Erlandsson che fa da padrona. In tutto questo si nota una palpabile sintonia tra Martin Larsson e Anders Björler, capaci di unire melodia e potenza con intelligenza e qualità. At War with Reality ha tutte le qualità per diventare un album atto a fare la storia del genere, lo si nota in brani come Heroes and Tombs, probabilmente uno dei momenti più elevati e completi del disco, dove si notano gli aspetti più crepuscolari della band. Ottima la produzione, appropriata all'idea di musica degli At The Gates. Un album a dir poco straordinario che conferma la grandezza degli At The Gates. 

Voto: 9/10

Maurizio Mazzarella