ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 5 giugno 2014

MAYHEM - Esoteric Warfare

Season Of Mist
I Mayhem senza Euronymous sono come la pasta col sugo senza sugo, sono come i il mare senza acqua salata, o come il deserto senza sabbia. Questo insieme di aforismi, induce semplicemente ad una conclusione: che dopo la morte del proprio leader reale, i Mayhem non dovevano più esistere. Nonostante la presenza di un membro storico come lo è appunto Hellhammer ad esempio, o Necrobutcher, al 1993 doveva seguire la parola fine. Invece si è deciso di andare avanti, con i pro e con i contro. Considerare quindi i Mayhem di oggi, è come vedere un progetto di black metal alternativo, che vedi coinvolti dei membri che hanno dato un contributo essenziale alla scena agli esordi. Questo per dire che da Grand Declaration of War in poi, la discografia dei Mayhem ha una importanza relativa, non certo fondamentale. E sulla linea degli ultimi lavori quali Chimera e Ordo ad Chao, si assesta anche Esoteric Warfare, un lavoro piatto, privo di mordente, che nel complesso vede una band crudele sprigionare una cattiveria monca, con un sound datato, supportato da chitarre monotone, un sezione ritmica di buon livello ed un Attila tutto sommato in buona forma. ma nel complesso la struttura dei brani e la loro articolazione risulta poco incisiva e francamente deludente.
Si, perché se porti il nome Mayhem sulla pelle, nessuno si attende miracoli, ma almeno un lavoro degli di un nome di spessore. Invece se pur nella media, Esoteric Warfare non lascia alcun segno e francamente chiude il sipario su un gruppo che cerca di raschiare il fondo vivendo della propria gloria. 

Voto: 5/10

Maurizio Mazzarella