ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

Cadaveria VS Necrodeath

sabato 3 maggio 2014

SEBASTIAN BACH - Give 'Em Hell

Frontiers
Un disco pregevole e di qualità. Ha voluto fare le cose in grande Sebastian Bach, infarcendo il suo ultimo lavoro dal titolo Give 'Em Hell, di ospiti dal presente e passato illustre. La lista è piuttosto ricca, si parte da Duff McKagan (ex Guns n'Roses), spaziando con John 5 (Marylin Manson) e Steve Stevens, con il supporto di altri elementi di spessore come Devin Bronson alla chitarra e Bobby Jarzombek alla batteria. Il tutto è stato poi messo nelle sapienti mani di Bob Marlette, già noto per le sue collaborazioni con Rob Zombie e Black Sabbath, che ha prodotto il disco in modo impeccabile, donando al disco un suono ed uno stile molto moderno ed all'avanguardia. Aspetto che si nota immediatamente sin dalle prime battute di Hell Inside My Head, che soprattutto nel tocco delle chitarre risulta a dir poco estasiante. Chi si attende un remake degli Skid Row fondamentalmente non resterà soddisfatto. Sebastian Bach si è rifatto il look musicale, puntando su uno stile più alternativo, ma sempre fortemente hard rock.
In questo Harmony rappresenta al massimo il concetto, ma è in All My Friend All Dead che esplode il Sebastian Bach di oggi, con vocalizzi evoluti e francamente molto spiazzanti. A fare la differenza in Give 'Em Hell è il suono delle chitarre, studiato in modo intelligente ed è nella voce dell'artista statunitense che l'album riesce a penetrare, grazie ad un timbro nel complesso inedito, che lo distacca notevolmente da quanto espresso ai tempi di 18 And Life o Slave To Ground. Basta ascoltare Temptation per credere a quanto espresso, in quello che è uno dei brani più disinvolti ed al passo con i tempi di Give 'Em Hell. La qualità delle canzoni è insindacabile, i brani oltre ad essere piuttosto heavy, racchiudono delle melodie accattivanti e seducenti, che se pur studiate a tavolino, riescono a risultare intense ed ispirate.  Give 'Em Hell riesce oggi in quello che Subhuman Race non è riuscito a fare a suo tempo, ovvero, a dare a Sebastian Bach un nuovo vestito sonoro, che non gli consente di rinnegare un passato glorioso, che oggi risulta datato e che quindi è necessario evolvere. Angel Down e Kicking & Screaming sono stati degli esperimenti, Give 'Em Hell è la certezza matematica che conferma lo spessore di artista che può considerare la sua missione compiuta. 

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella