ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Feltrinelli 1

Promozioni su La Feltrinelli.it

giovedì 3 aprile 2014

AUTOPSY - Intervista alla Band


Risponde Eric Cutler (Vocals, Guitars):

Come descriveresti in termini musicali il vostro nuovo album?

-C'è più musica targata Autopsy, per definirlo semplicemente. E' death metal, dark e brutal!

Quanto tempo è servito per registrarlo?

-Circa una settimana o giù di lì.

Come create una canzone?

-Si inizia con chi sta scrivendo la canzone seduto con una chitarra. I riff vengono lavorati fino a quando una canzone completa è formata. Da lì il resto della band dà un ascolto e la impara. Questo è quando le cose si fanno emozionanti, credo.

Quali sono gli arigomenti del vostro nuovo album?

-La morte, orrore, la pazzia, le mutazioni, la violenza, il buio, depravazione, stranezze di ogni genere e tutta la ferocia che c'è nel mondo.

Qual è il brano del nuovo album al quale ti senti più affezionato?

-Tutti i brani!

Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound di più?

-Nessuna adesso. Quando abbiamo iniziato avevamo un sacco di influenze, ma abbiamo finito per ritagliarci un nostro sound, mi piace pensare questo.

Cosa vi aspettate dal nuovo album?

-Un rumore orribile!

Che cosa ne pensi della music business?

-E' quello che è. E ha i suoi alti e bassi, ma non siamo qui ancora a sgobbare ed abbiamo ancora firmato per Peaceville dal 1988!

Quali sono le principali difficoltà per una band come la vostra?

-Diavolo, non lo so. Cerchiamo di imparare dai nostri errori però.

C'è qualche musicista col quale desideri collaborare un giorno?

-Non mi viene in mente nessuno.

Quali sono i piani futuri per la band? Come promuoverete il nuovo album?

-Non si sa mai cosa riserva il futuro, quindi andiamo avanti come al solito!

Pubblicherete un live CD o un DVD?

-Ci sono già le due DVD con un sacco di riprese dal vivo. Un giorno un live CD potrebbe essere cool, ma non c'è nessun piano per adesso.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Vi ringrazio per il supporto. Saluti a tutti voi!

Maurizio Mazzarella