ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 20 marzo 2014

VAN CANTO - Dawn of the Brave

Napalm Records
E' innegabile che la proposta dei Van Canto sia particolare ed originale, oltre che singolare. ll loro power a cappella ha stupito un po' tutti grazie al loro insieme di voci che sostituiscono i bassi ed ogni tipo di strumentazione, fatta eccezione della batteria. Il discorso però è che questo può colpire nella fase iniziale ed infatti album come A Storm to Come ed Hero sono risultati anche piacevoli da ascoltare, per via del fattore novità. Successivamente però puntare su episodi di questo tipo, viene a risultare scontato e ripetitivo, tanto che questo  Dawn of the Brave, il quinto della serie, resta simile ai suoi predecessori, facendo cadere anche tasso di originalità e coinvolgimento che tanto aveva colpito nella fase iniziale. Questo non significa che Dawn of the Brave non possa essere un lavoro interessante, affatto, certamente si ascolta con piacere e risulta anche scorrevole, però resta il dato di fatto che giunti al quinto disco, per i Van Canto è giunta l'ora di puntare a qualcosa che possa consentirli di evolversi ulteriormente. Senza la presenza degli strumenti a questo punto tutto diventa più difficile, ma basta poco per creare qualche altra dote attrattive. Per il resto non c'è nulla da obiettare, ottima la produzione, mentre per la tecnica il concetto di base è ovviamente relativo. Vediamo quindi cosa succederà....

Voto: 6/10

Maurizio Mazzarella