ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Nuovo catalogo Estate - EMP

sabato 15 marzo 2014

METAL INQUISITOR - Ultima Ratio Regis

Massacre Records
Un disco per nostalgici. Non è nei Metal Inquisitor che si cerca l'innovazione e la novità. In un gruppo come questo si cerca solo la storia e la coerenza. Ed il gruppo tedesco conferma appieno queste attitudini, dimostrando una tecnica discreta e per lunghi tratti essenziale ed una preparazione compositiva nella norma e non certo straordinaria. Ultima Ratio Regis è il loro ultimo lavoro in studio, si dimostra sempre all'altezza e suona bene, facendosi apprezzare pur senza restare impresso. In circa quindici anni di carriera, il gruppo tedesco giunge al quarto disco e torna sul mercato a quattro anni dal precedente Unconditional Absolution. E' questo un disco senza pretese, molto Hammerfall nei contenuti, ma con gli Iron Maiden ed i Saxon nel cuore. Poco dinamismo e molta compattezza, tanto che Ultima Ratio Regis sembrerebbe per certi versi il naturale successore di Killers se Pauld Di Anno fosse rimasto negli Iron Maiden. Il fattore coinvolgimento è elevato, impossibile non farsi avvolgere dalle note di Burn Them All e Confession Saves Blood, ma a lungo andare la ripetitività paga dazione, lasciando l'amaro in bocca per il troppo già sentito che scorre nelle veni di un disco che probabilmente negli anni ottanta avrebbe riscosso un buon successo. Ottime la chitarra e la sezione ritmica, meno la produzione. Lo ripetiamo: un disco per nostalgici e basta, più basato su un sound britannico che tedesco, a cospetto della nazionalità originaria della band.

Voto: 6,5/10

Maurizio Mazzarella