Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

martedì 4 marzo 2014

ANCILLOTTI - The Chain Goes On

Pure Steel Records
Come facilmente intuibile, gli Ancillotti fanno capo al noto Daniele "Bud" Ancillotti, voce della Strana Officina, che supportato dai familiari Sandro e Brian, oltre all'ottimo chitarrista Luciano "Ciano" Toscani, fato vita ad un prodotto valido e credibile. Dopo i buoni riscontri raccolti dall'Ep Down This Road Together, puntare su un disco di inediti era il passo successivo naturale. The Chain Goes On è un disco valido, incentrato sul metal degli anni ottanta, un disco che mette in luce la classe ed il talento della band, sia da un punto di vista tecnico che compositivo. La presenza di Bud Ancillotti, crea un filo conduttore con la Strana Officina, anche se questo è un progetto più metal e meno rock, con uno sguardo ai Saxon come ai Motorhead. E' un lavoro fatto di tanta passione, ma dal sapore antico. Il suono è volutamente anni ottanta e questo consente a The Chain Goes On da creare un'atmosfera epica, che ben s'addice ai contenuti musicali del disco. L'album funziona, grazie a linee di chitarra melodiche e taglienti, una sezione ritmica che picchia duro con il giusto tatto ed una sintonia di band, che crea un bel clima in ogni brano. Ed è in Victims of the Future che viene alla luce tutto lo spessore del gruppo, che se con Bang Your Head e Cyberland compie una dichiarazione di guerra, in Monkey e Legacy of Rock esprime tutta la propria anima metal. Bud Ancillotti è ispirato e con Luciano Toscani si dimostra l'anima portante del progetto. La produzione è discreta, anche perché un suono più pulito e moderno, snaturerebbe l'essenza della musica degli Ancillotti. Un disco su cui scommettere.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella