Mazzarella Press Office

EMP 1

martedì 18 febbraio 2014

FABRIZIO GIOSUE’ - Folk Metal "Dalle Origini Al Ragnarök"

Crac Edizioni
Quando si decide di affrontare una tematica particolare, incentrandovi un intero tomo, si va incontro ad un’arma a doppio taglio… Scrivere un polpettone nozionistico estremamente sterile e senz’anima oppure, al contrario, venirne fuori con un bel libro, estremamente avvincente tanto da trasmetterti, durante la lettura, tutta la passione trasposta dall’autore durante la scrittura. Comunque è più difficoltoso rispetto alla normale biografia di un singolo gruppo o di un’artista, in quanto i canali informativi cui attingere, invece, sono ben determinati e precisi. Nel caso di un saggio relativo ad un genere musicale che, per quanto se ne parli come nel caso del folk metal, risulta sempre di nicchia, allora le operazioni di ricerca, filtraggio e assemblaggio delle informazioni è pregno delle difficoltà generate dal difficile reperimento di fonti la cui veridicità sia accertata, in un panorama di provenienza comunque geograficamente vasto. Il lavoro di Fabrizio Giosuè, redattore di Shapelesszine, Metalwave, responsabile della sezione folk di Metallized nonché responsabile del sito Mr.Folk, è stato davvero esemplare. Frutto di una passione che dura da più di dieci anni, è estremamente gradevole e manipolabile, nonché organizzato in modo davvero sistematico. Si apre con una spiegazione del fenomeno, si descrive il genere e si fissano i criteri con cui il libro è stato scritto. Il folk metal si lega in modo simbiotico alle tradizioni del paese di provenienza, per cui il libro è opportunamente diviso in sezioni per area geografica,  a partire dal Regno Unito con i suoi geniali Skyclad, tra i fondatori del genere, la cui carriera è ampiamente trattata (in più c‘è una bella intervista a Kevin Ridley), a seguire con la Scandinavia ed i suoi Bathory e poi, credeteci, una trattazione a dir poco enciclopedica di gruppi più e meno noti, ancora interessanti interviste a Fenriz ed altri personaggi, ancora note biografiche sul geniale Quorthon e tanta, davvero tanta carne al fuoco. Certo ci voleva un altro grande appassionato della nostra musica preferita, Marco Refe di Crac, che ha supportato l’opera di Fabrizio fino alla pubblicazione di quello che è un testo estremamente curato anche nell’impaginazione ed in quello che è il risultato finale che arriva agli occhi del lettore, come sacrosanta abitudine della casa editrice che lo pubblica, Crac Edizioni appunto. Per gli appassionati del genere, per coloro che lo vogliono conoscere ne consigliamo sentitamente l’acquisto, meglio ancora se contattate la stessa casa editrice tramite edizionicrac@gmail.com.

Voto: 10/10

Salvatore Mazzarella