ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Feltrinelli 1

Promozioni su La Feltrinelli.it

giovedì 2 gennaio 2014

VISTA CHINO - Peace

Napalm
Nascono dai una costola dei Kyuss i Vista Chino, che hanno deciso di intraprendere saggiamente una nuova strada con un nome differente per evitare beghe legali che avrebbero certamente infastidito il loro cammino. I Vista Chino però portano avanti un'idea, un percorso interrotto verso la metà degli anni novanta e che oggi ritrova nuova lifa vitale con questo pregevole Peace. Non c'è nulla di innovativo in Peace, che nonostante un sound tipicamente anni settanta, risulta sempre attuale, se pur non moderno. Peace riesce a fondere un sound stoner tipicamente americano, che viaggia sintetizzando lo stile simil Seattle di gruppi come Corrosion of Conformity e Queen Of Stone Age, anche se è nella band madre che sono racchiuse le influenze maggiori. Tutto è ben confezionato, tecnicamente Peace risulta un lavoro valido, anche se è nell'essenza e nell'istinto che l'album riesce a colpire, grazie ad una grinta ed un carisma fuori dal comune. Ottime le chitarre, pregevole la sezione ritmica, sbalorditiva la complicità tra le due componenti. Emerge poi la buona prova di John Garcia dietro al microfono, sofferta ed intensa. Tra tutti emerge il brano Dargona Dragona, in assoluto il momento più elevato di un disco, che contagia anche ad altri brani ad effetto come Sweet Remain, As You Wish e Adara, oltre alla suite di 13 minuti Acidize...The Gambling Moose. Non buona la produzione, fin troppo datata. A conti fatti un buon disco. 

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella