ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

domenica 3 novembre 2013

ENDOVEIN - S.I.N. (Supreme Insatiable Need)

My Graveyard Productions
Interessante e pregevole, è questo il nuovo album degli Endovein, combo piemontese che giunge con questo discreto S.I.N. (Supreme Insatiable Need, alla pubblicazione del proprio secondo lavoro in studio, tornando sul mercato a distanza di tre anni dal precedente Waiting for Disaster. Il loro è un thrash potente e diretto, che si rifà molto alla scena americane e che vede in gruppi come Megadeth, Testament ed Exodus i punti di riferimento principali. A prescindere da questo aspetto, la band torinese mette sul disco tutta la propria personalità, rispettando una precisa identità. Ci sono degli aspetti da migliorare, altri da curare, ma nel complesso c'è una buona essenza, che rende questo gruppo di prospettiva e non scontato come spesso accade ormai per tante altre band del settore. La sezione ritmica è ben modulata è potente con equilibrio, senza andare oltre i limiti. Le chitarre sono tecniche e ben si amalgamano con il basso e la batteria. Ci sono aspetti del suono che vanno migliorati e studiati. Il disco suona troppo anni ottanta e per certi aspetti bisognerebbe trasdurre il tutto con un aspetto più attuale, rispettando una netta coerenza di fondo. L'impatto è buono, la presa immediata. Si può essere soddisfatti se il prossimo passo si dimostrerà superiore. 

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella