ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Nuovo catalogo Estate - EMP

martedì 24 settembre 2013

INGRANAGGI DELLA VALLE - In Hoc Signo

Black Widow
Una sensazione piacevole, di coraggio e di speranza, è quella che scaturisce dall’ascolto del debutto di questo sestetto romano dedito al progressive più ortodosso… Coraggio perché ce ne vuole per buttarsi nella mischia prediligendo un genere musicale comunque elitario, dedicando ad esso anima, corpo ed anni di preparazione musicale, perché per suonarlo bene questi sono gli ingredienti essenziali. Speranza per noi amanti del rock, dell’heavy, del prog perché questi ragazzi sono davvero giovani (età media intorno ai vent’anni…) ma suonano come se nati nei seventies, quindi non è vero che le nuove generazioni totalmente avvezze a cellulari e video games, visto che non è certo il primo gruppo così giovane che mostra di saper tenere davvero bene gli strumenti in mano. Questi ragazzi hanno studiato seriamente, perché la loro musica è ben composta, ben suonata e comunque di difficile fruizione, nel senso  che sicuramente sarà apprezzata da chi ama la PFM nella sua fase più prolifica e complessa, ma anche trame di King Crimson e Van Der Graaf Generator si odono mescolate nell’insieme. Però ne hanno davvero ascoltata tanta di musica, perché non plagiano, non copiano… Magari ci fanno fare dei riferimenti mentali perché quando ascoltiamo un gruppo nuovo siamo abituati a fare subito paragoni, ma vi assicuriamo che ci mettono tanta, davvero tanta farina del loro sacco. Un concept dedicato alle crociate, una copertina affascinante, special guests come David Jackson, sassofonista dei Van Der Graaf Generator appunto, e Mattias Olsson, personaggio di spicco della scena prog svedese, alla batteria fanno di questo cd un appuntamento irrinunciabile per chi ama il genere… Ah, un ultimo particolare importante… Il marchio di qualità impresso da Black Widow, che ha scovato l’ennesima perla…

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella