ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

Nuovo catalogo Estate - EMP

lunedì 3 giugno 2013

JORN - Traveller

Frontiers Records
E' un disco diverso dal solito. Per intenderci, è sempre il classico lavoro partorito dalla mente di un grande artista come Jorn, che nell'occasione, ha preferito indurire notevolmente i toni, a danno di una melodia, sempre presente, ma ridotta. Traveller esce ad un solo anno di distanza da Bring Heavy Rock to the Land, confermando il momento creativo florido del cantante finlandese, capace di sfornare musica con straordinaria costanza. Lo stile è sempre riconducibile ad un hard rock neoclassico, con sfumature di un rock progressivo d'annata ed un'impronta molto sabbathiana riferita al periodo con Dio, senza tralasciare i Rainbow degli esordi, oltre a quelli che lo stesso Dio ha composto da solista. Non è un mistero infatti che Ronnie James Dio sia da sempre un punto di riferimento per Jorn e questo parallelismo esce fuori anche con Traveller, con la differenza che rispetto al passato, l'artista scandinavo riesce a trasdurre in musica un'anima più oscura, dai tratti crepuscolari, ma non arresa agli eventi, pronta a reagire facendo sentire a gran voce il proprio grido. Tecnicamente Traveller è un disco valido, le chitarre sono ben modulate, si sposano in modo egregio con la sezione ritmica e Jorn sembra particolarmente in forma, puntando su un'attitudine più cruda ed incisiva, un po' alla David Coverdale. La produzione è anche discreta, è un po' datata, ma risulta appropriata al prodotto. L'impatto è buono, la presa è immediata e c'è una buona cura degli arrangiamenti e delle relative strutture. Un disco degno del nome di Jorn!

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella