ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 23 maggio 2013

BELIEVE - The Warmest Sun In Winter

Metal Mind

Salutiamo con piacere il ritorno sulla scena dei polacchi Believe con quello che è il loro quinto album, sempre sotto Metal Mind ed il terzo col cantante Karol Wròblewski che ormai s’è integrato alla perfezione nei meccanismi di un collettivo che fa sempre più gruppo rispetto agli esordi di quella che era (ed è…) particolarmente una creatura del chitarrista Mirek Gil. In occasione della recente recensione dell’ultimo dvd live, eravamo rimasti davvero affascinati dal loro art rock raffinato, che attinge a piene mani dall’ondata new prog che sommerse il panorama musicale inglese degli anni ’80, ma che fa anche riferimento ad altre band polacche come i Collage (la precedente band di Gil) o a band contemporanee come i Porcupine Tree e dobbiamo dire che, questa volta, tale fascinazione è ulteriormente rinnovata a partire dal suggestivo titolo di questo lavoro e dal relativo concept che parla dell’incontro tra due amici d’infanzia, ormai credutisi persi di vista, e del conseguente calore portato nelle loro vite a lenire i dolori ed i problemi quotidiani. Quindi quella che prevale lungo tutto il lavoro è un aura malinconica che ricorda molto i Marillion dell’era Hogarth nei loro momenti più introspettivi, con una splendida interpretazione di Karol ben coadiuvata dalla chitarra “hackettiana” di Mirek e dal suadente violino della special guest Satomi. Forse una maggior dinamicità atmosferica avrebbe reso questo disco un capolavoro, ma non va trascurato, come dicevamo prima, il fattore concept che ha dettato l’intero mood dell’opera. Una conferma, quindi, per una band meritevole di tutta la nostra attenzione.

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella