Mazzarella Press Office

EMP 1

venerdì 19 aprile 2013

SPIRITUAL BEGGARS - Earth Blues

InsideOut Music

Consapevoli del proprio spessore artistico, consapevoli delle proprie potenzialità. Gli spiritual Beggars non guardano al futuro, ma al passato, non solo del genere che propongono, bensì anche a quanto da loro stessi prodotto agli esordi. Earth Blues è un disco dal sapore talmente anni settanta, che sembra inciso in quel periodo ed avrebbe avuto tutte le caratteristiche per sfondare e lasciare il segno. Lascia interdetti la scelta della label. La Inside Out è infatti storicamente più adatta per il progressive rock, nonostante tutto viene dato spazio ad un disco dal sapore stoner, forse anche per il notevole blasone della band, giunta ormai all'ottavo lavoro in studio. Earth Blues è un disco ottimo, che spazia tra momenti molto duri e ruvidi, ad altri eseguiti con immensa rapidità, ma c'è spazio anche per sonorità più intense, come nel caso di Sweet Magic Pain. Oltra al classico sound stoner, gli Spiritual Beggars donano spazio anche ad uno stile tipico dei Deep Purple dei primi lavori storici, con l'hammond che risulta imperioso e che ben si sposa con le linee di chitarra. A dettare il ritmo poi, ci pensa una sezione ritmica imponente, che funge da spina dorsale ad un disco che scorre in modo fluido e che si lascia apprezzare grazie ad un impatto immediato. Difetta la produzione, non del tutto pulita e troppo rivolta agli anni settanta. Disco buono, ma stazionario.

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella  

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. Rock On!