Mazzarella Press Office

EMP 1

venerdì 19 aprile 2013

SALVATORE ARENA - New Friday Morning

Videoradio
Ogni tanto ci deve scappare qualche proposta inusuale per i lettori di Giornale Metal ma, mai come in questo caso e grazie al fiuto artistico di Beppe Aleo di Videoradio, di potenziale interesse per chi tra noi studia armonia, improvvisazione, o altro in modo profondo. Un mio amico, chitarrista incredibilmente bravo e molto richiesto come session man studio e live, mi disse che per esercitarsi nella costruzione degli assoli ascoltava e cercava di riprodurre, con le conseguenti difficoltà  fraseggi jazz eseguiti con strumenti a fiato. Bene, il lavoro di Salvatore Arena è davvero particolare, perché si tratta di un disco in cui lo strumento protagonista è il fagotto che si cimenta in ben otto composizioni, tutte scritte dall’Arena stesso, per quartetto jazz. Artista di origine siciliana, fagottista di talento, è partito con la musica classica, nell’ambito della quale ha collaborato con una serie di orchestre sinfoniche a livello europeo, per poi approdare al jazz. Anche in questo caso, dopo una serie di prestigiose collaborazioni tra le quali segnaliamo quelle con Paolo Fresu, Dekel Bor, Michael Advenisky, Adel Banta, Jeremy Zmita, Buch Morris, Charlie Descarfino e Daniela Schaechter, il Nostro ha deciso di andare oltre e cimentarsi in questa nuova e difficile avventura. Ribadiamo difficile perché non si possono affrontare circa 45 minuti di musica, dove il fagotto è lo strumento solista, se non si possiedono talento, classe, gusto ed intelligenza compositiva. E’ stupefacente come le armonie e le improvvisazioni disegnate da Salvatore siano complesse ma senza essere ostiche, anzi risultano davvero gradevoli all’ascolto anche se non si è avvezzi al genere… Quasi a ribadire in musica l’ottimistica luminosità di un titolo come New Friday Morning che campeggia sulla curiosa copertina del cd (geniale il fagotto visto come giraffa…). Un disco, insomma, che davvero potrebbe fornirvi numerosi spunti d’approfondimento…

Voto: 8/10

Salvatore Mazzarella