ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

venerdì 19 aprile 2013

LA LEGGENDA NEW TROLLS & LUIS BACALOV - Concerto Grosso n.3

Aereostella

Concedeteci subito una doverosa premessa, così ci leviamo subito il pensiero… Questo è proprio il tanto agognato Concerto Grosso 3 che tutto il popolo prog attendeva, così come tanto aveva trepidato per la reunion della formazione storica dei New Trolls che purtroppo ha prodotto solo un bel tour e questo disco che, nostro malgrado, siamo costretti a considerare postumo, e lo diciamo con l’amaro in bocca perché è davvero, ma davvero, un bel disco. Le personalità musicali che gli hanno dato vita sono molto forti ed in questi casi, evidentemente, è davvero difficile scendere a compromessi, per cui semplicemente tutto è terminato così… Stop!!! Per fortuna ci rimane qualcosa di tangibile, per sempre tra i solchi di questo dischetto ottico della durata di circa un’ora, che andiamo quindi ad analizzare. Il lavoro è idealmente diviso in due parti: la prima è la parte sinfonica, il vero e proprio concerto composto e diretto da Luis Bacalov, mentre la seconda è costituita dal raffinatissimo pop rock tipico dei New Trolls. The Mythical City apre alla grande, dibattendosi tra fraseggi barocchi, col flauto di Vittorio De Scalzi in stato di grazia, e pulsazioni rock generate dalla solidissima sezione ritmica di Giorgio D’Adamo al basso ed del sempreverde Gianni Belleno alla batteria. Nico è come sempre presente con la sua inimitabile voce, tra cori e spunti solisti, e si destreggia anche alle tastiere. Davvero romantica Oh Venice che anticipa la bellissima Storm In Venice, un brano di prog rock sinfonico bello tosto, una vera lezione per tutte le band che hanno sempre guardato ai New Trolls come numi tutelari di più di una generazione musicale. Questo mood ci guida fino all’inizio della seconda parte, dove ci sono una serie di brani davvero belli ed eleganti nelle musiche e nei testi, equamente divisi per la composizione e per i cantati tra i vari musicisti, tra cui segnaliamo Per Nico dedicata dagli altri componenti proprio a Nico Di Palo, la cadenzata ma struggente Per Lui dedicata a Gesù Cristo, con la voce di Vittorio De Scalzi ed il testo di Giorgio D’adamo e la delicatissima, ma disillusa, Per Chi Non Capisce, con un bellissimo testo scritto e cantato da Gianni Belleno. Su tutto il lavoro le chitarre son state suonate dal fido Andrea Maddalone, da anni nell’entourage NT, che abbiamo imparato ad apprezzare per tecnica e gusto. Presenti anche due vecchie registrazioni demo di Nico che son state lasciate intatte così come in origine, poco prima dell’incidente, e che si fanno apprezzare sia per le influenze neoclassiche sia per i livelli stellari cui il Nostro viaggiava con la chitarra e la voce.  Va bene, è finita… Lode e onore a Nico, Gianni, Vittorio e Giorgio ma soprattutto rispetto, per quelle che son state le decisioni personali di ognuno di loro. A noi resta un disco splendido che consigliamo sentitamente a chiunque stia leggendo queste parole!!! 

Voto: 10/10

Salvatore Mazzarella 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento. Rock On!