Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

sabato 27 aprile 2013

DEEP PURPLE - Now What?!

earMusic/EDEL

I Deep Purple ci sono ancora, hanno la loro età, ma sanno ancora farsi rispettare e nel migliore dei modi. Certamente chi si aspetta un altro capolavoro della storia del rock, resterà deluso, ma un album come Now What?!, si dimostra nettamente superiore alle produzioni recenti firmate "profondo porpora", almeno quelle che vanno da Bananas in poi, anche perché può essere accostato serenamente a dischi discreti come lo sono stati Perpendicular ed Abandon. E' un album dai toni morbidi, molto più rock che hard e tendente ad un pop antico, tipico degli anni settanta. Now What?! è un lavoro accessibile, che ha un buon impatto ed una presa immediata. E' un album che punta più sulla qualità della canzone che sull'estro dei solisti. In questo è limitante per un grande chitarrista come Steve Morse, eppure riesce ad esaltare la prova di un grande Don Airey alle tastiere. Quindi possiamo dire che è un disco diverso, in puro stile Deep Purple dei tempi moderni, ma che tendenzialmente prende le distanze da un mondo, che gli appartiene più per la storia che per l'attualità. Tuttavia ci sono sempre dei momenti di buon hard rock, come Out Of Hand ad esempio, oppure l'hit Hell To Pay, uno degli episodi che mette maggiormente in risalto la chitarra. La tendenza commerciale, viene fuori tutta poi in All the Time in the World, song melodica, dove viene fuori una leggere vena in stile Perfect Strangers e nel quale Ian Gillan riesce ancora mostrare un timbro caldo, differentemente Ian Paice e Roger Glover si limitano alla normale amministrazione. Ottima la produzione, ma resta un aspetto marginale. Disco discreto nel complesso, destinato a spaccare in due critica ed opinione pubblica. C'è chi lo amerà e chi lo odierà, come è la logica delle cose, come è un classico nel mondo Deep Purple...

Voto: 7/10

Maurizio Mazzarella