Mazzarella Press Office

EMP 1

lunedì 18 marzo 2013

THE AMENTA - Flesh Is Heir

Listenable Records

Con questo disco i The Amenta forse hanno fatto centro. Flesh Is Heir è un lavoro più evoluto, all'avanguardia, che bada al valore dei componimenti, ma soprattutto alla qualità del suono. Tecnicamente non è un lavoro che si eleva all'ennesima potenza, ma ci sono diversi spunti interessanti che lo riempono di un valore aggiunto, che nel complesso emerge. Diciamo che Flesh Is Heir è un lavoro d'impatto, nel quale i The Amenta strizzano l'occhio ad una sorta di death metal moderno incline alla scena svedese, con qualche trama di Fear Factory che lo distingue e lo rende più aggressivo del consueto. Tutto è ben curato, dagli arrangiamenti alle strutture del brani. Le chitarre sono modulate in base alle esigenze prefissate, quindi non c'è nulla d'improvvisato, tutto segue dei binari ben precisi. E' certamente un disco studiato a tavolino e poco spontaneo, dove è la produzione al centro di tutto e nel quale fanno la differenza i suoni sintetici. Ci sono momenti coinvolgenti ed altri meno. Ovviamente questo incide sulla presa complessiva del disco, che non sempre è immediata, anche se l'impatto è discreto. Disco migliore rispetto al passato, il terzo in carriera a cinque anni da n0n, ma si deve fare di più.

Voto: 6,5/10

Maurizio Mazzarella