ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

martedì 19 marzo 2013

KROKUS - Dirty Dynamite

Sony

Non è certo dagli svizzeri Krokus che è lecito attendersi delle novità, ma solo tanta, tanta coerenza e perché no, una ventata di freschezza che non guasta mai. Diciamo che però nel caso specifico, Dirty Dynamite è certamente un disco coerente con quella che è sempre stata la loro carriera, però meno fresco, e quindi ponderatamente scontato. Il che influisce sul piano del coinvolgimento, un fattore elevato, ma comunque limitato rispetto a quelli che sono i valori relativi di un gruppo che alle spalle vanta comunque una carriera di ben trentotto anni e diciassette album in studio. Dirty Dynamite esce a tre anni da Hoodoo e non ci regala grosse novità rispetto al passato, anche più recente. E' un lavoro fondamentalmente scontato e prevedibile, ma che non delude e che se pur freddo, non ha momenti di stanca o poco inclini al blasone della band. Tecnicamente ci sono degli spunti validi se pur non entusiasmanti e tutto si districa tra una buona sezione ritmica e delle chitarre graffianti in puro stile AC/DC. La produzione discreta, ma diventa un fattore marginale. Un album nella norma che nulla aggiunge ne toglie sia alla scena che alla band stessa.

Voto: 6/10

Maurizio Mazzarella