ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

martedì 12 marzo 2013

GODYVA - Alien Heart

Southern Brigade Records

Bravi Godyva! Il gruppo pugliese ha davvero fatto centro. Già con il precedente Planetarium, uscito ormai ben cinque anni fa, avevano dimostrato di essere una formazione matura e pronta per il grande salto, ma Alien Heart, la loro ultima fatica discografica, è un lavoro di un livello nettamente superiore. Partiamo subito dal concetto che è un disco spontaneo, fluido e scorrevole, colmo di momenti ispirati, in un mix tra potenza e melodia, capace di affascinare e sedurre, in una fusione di momenti suadenti, nei quali ogni componente è ben amalgamato, in una serie di ingranaggi e sincronismi perfettamente funzionante. Due i fattori che fanno la differenza, assieme alla qualità palpabile delle canzoni. Il primo è l'ottimo lavoro delle tastiere di Botys Beezart, onnipresenti e sempre equilibrate, capaci di dare il giusto colore ai brani e di riuscire a penetrare in modo incisivo. Il secondo è tutto dipendente dalla cantante Lady Godyva autrice di una prestazione impeccabile, matura certamente, di grande spessore artistico ed interpretativo. Brava nei momenti alti come in quelli bassi, perfetta nei cori e nei momenti più ispirati. Funzionano bene le chitarre, come anche la sezione ritmica ed un altro aspetto importante, è certamente il lavoro in consolle, grazie ad una produzione molto moderna, che ha donato ad Alien Heart un suono all'avanguardia. Per quanto riguarda il settore del gothic metal, i Godyva si dimostrano una delle maggiori realtà italiane. Grande disco da tenere in grande considerazione.

Voto: 8,5/10

Maurizio Mazzarella