Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

lunedì 7 gennaio 2013

THE ADVENT EQUATION - Limitless Life Reflections

Autoprodotto

Questo lavoro dei The Advent Equation è uscito i primi di ottobre, ma è arrivato molto tardi in redazione, probabilmente anche per un successivo supporto, alla data di uscita, da parte di un management per questo lavoro. La band è messicana e si cimenta in canzoni molto progressive, quindi elaborate e comunque in grado di fornire buone melodie, scorrevoli o anche pesanti e dunque di matrice metal. La parte metal del songwriting riprende soluzioni scandinave e non, mentre il lato più prettamente rock emerge di continuo durante il corso dell'album, in cui fanno capolino strumenti acustici ("On Darkness") o addirittura soluzioni etniche. Rientrano anche strumenti dal carattere vintage o classico, come l'hammond, il moog (o effetti che li riproducono) e il pianoforte, i cui inserimenti permettono alle melodie di essere lavorate e affinate con una certa maestria. La parte vocale vede sia soluzioni clean che il growl, ma quest'ultimo non in grande misura, mentre l'aggiunta di voci femminili contribuiscono ulteriormente alla bellezza delle melodie. Purtroppo l'uso di una corista è stato molto ridotto e poteva invece essere una soluzione sulla quale abbondare. A conti fatti la band di Monterey dimostra di averci lavorato sodo e con un'impronta comunque personale, arrivando a realizzare un album che non ci si poteva certo aspettare, soprattutto osservando quella post-apocalittica copertina di Colin Marks (Nevermore, Scar Symmetry, All Shall Perish). L'album è stato missato e masterizzato da Jens Bogren (Opeth, Katatonia, Amon Amarth e altri) a dimostrazione di come i TAE abbiano curato ogni singolo aspetto attorno ai vari processi di realizzazione di questo lavoro. Cura dei dettagli, melodie importanti e dei musicisti che danno libero arbitrio alla propria creatività Gli ingredienti giusti.

Voto: 8/10

Alberto Vitale