ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 17 gennaio 2013

CORSAIR - Corsair

Shadow Kingdom Records

Un prog rock dalla Virginia, da Charlottesville e proposto da un'etichetta sempre attenta a presentare band che abbiano un sound classico, sia esso di matrice heavy metal che rock. Una buona collocazione per i Corsair, i quali fuori da ogni geografia di prestigio all'interno della scena americana, e dopo una prima pubblicazione dell'album avvenuta lo scorso aprile, riescono a fare un buon passo avanti, per se stessi e per la propria musica. La band propone dei suoni che hanno una buona dimensione, purezza, e inoltre sono vivi e non si ode nessuna patina di aggiustamento da parte del processo di produzione. “Agathyrsi” apre l'album attraverso una via completamente strumentale e fa capire come sia Paul Sebring che Marie Landragin siano i protagonisti con le chitarra, grazie a dalle partiture ordinate ma capaci di graffiare e improvvisare ma di risultare sempre fluenti. Il rock dei Corsair ha qualche sfumatura seventies, ma la sensazione è che queste abbiano i tratti dei tardi anni '70, come in "Chaemera" e "Falconer", quest'ultima ricorda alcune cose dei Genesis, ma senza Gabriel. Anche "Gryphon Wing" mi sembra subisca la stessa sorte, tanto da ricordarmi gli Yes proprio del periodo indicato. Non manca una sana e forte radice rock 'n roll alla base di alcuni passaggi e che credo esploda in modo compiuto nella canzone "Path of the Chosen Arrow" e ancora di più in "Of Kings and Cowards". Si segnala anche “The Desert”, per l'inserimento di una voce femminile e un tasso di psichedelia predominante alla Camel, e l'altra strumentale, "The Mach". Semplice, lineare, ma progressive. Senza troppi istrionismi e cercando di risultare rock e con una propria impronta, mettendo sullo stesso piano tutti i musicisti e senza che essi possano far perdere una sola nota di quello che fanno. Questo è "Corsair". Un lavoro con una sua forte identità e i musicisti che lo hanno creato ebbero i natali durante un annuale tributo ai Black Sabbath che si tiene abitualmente nel periodo di Halloween a Charlottesville.

Voto: 7,5/10

Alberto Vitale