Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

lunedì 7 gennaio 2013

CHAPEL OF DISEASE - Summoning the Black Gods

FDA Rekotz

Quando Laurent Teubl inizia a cantare nella title track che apre questo debut album, quasi mi viene il dubbio che Chapel Of Disease non sia un progetto parallelo di qualcuno degli Asphyx. Teubl ha un timbro vocale molto vicino a quello di sua maestà van Drunen, mentre la musica pur richiamando qualcosa dalla band olandese, riprende anche soluzioni robuste e cavalcanti come quelle dei Bolt Thrower, anche se le distorsioni dei ragazzi tedeschi non sono così dense e corpose. Il risultato generale è quello ovviamente di un death metal vecchia maniera, ma le caratteristiche salienti sono ben altre. Un riffing fluente che pronuncia melodie tetre e a tratti selvagge, con le tipiche frenate dove si mettono in mostra riff e trame solenni. Non manca qualche spunto più elaborato in uno stile Death prima maniera, come per "Hymns to the New Land", ma anche altrove. Il death dei Chapel Of Disease è comunque di produzione europea e sono comunque ridotte le escursioni verso quello americano. Essendo il primo full length compaiono anche dei passaggi meno convincenti, anzi il punto è che qualcosa a volte risulta prevedibile, soprattutto se c'è una profonda conoscenza di alcune della band citate e che sono modelli per i Nostri. Nonostante questo riconosco di aver apprezzato la convinzione e la disinvoltura nell'eseguire questi brani e che potranno piacere alla media dei deather vecchio stampo.

Voto: 6,5/10

Alberto Vitale