Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

domenica 20 gennaio 2013

CARONTE - Ascension

Lo-Fi Creatures

Circa un anno fa faceva irruzione sulla scena doom nazionale, quella più esoterica o comunque pregna di contenuti fortemente spirituali, questa magica ed infernale creatura, a cura del suo mastermind Dorian Bones (patròn della Lo-Fi Creatures), con un mini cd che ha riscosso un certo successo di critica, pubblico (tanto che i Nostri son stati un bel po’ in giro a suonare…) e che in realtà costituiva un ghiotto antipasto del primo full lenght, il presente Ascension, che la band ha preparato con cura in quattro mesi, confermando la scelta di modalità compositive, suoni, mood atmosferico nonché il concept testuale (e visuale) teso ad un’esplorazione dei nostri più oscuri lati interiori, seguendo i dettami di Ailester Crowley che Dorian e gli altri componenti hanno studiato seriamente dando rigorosa credibilità al progetto Caronte. Sempre presente nell’artwork (…a proposito, ancora una volta il disco è racchiuso in un curatissimo digipack!!!) la simbologia indiana ed esoterica, anzi questa volta in copertina c’è un vero e proprio sciamano, colui che della tribù era esperto di erbe e sostanze stupefacenti utilizzate come mezzo per avere visioni che permettessero la conoscenza assoluta, proprio la stessa a cui presumibilmente si tende con la dottrina satanista. Un torrente di suoni sludge doom, inizialmente scarni e rarefatti, che crescono con successive stratificazioni sonore, riff circolari ripetuti con ritmo costante e la voce di Dorian, ora baritonale, ora urlata, ora angosciante che trascina l’ascoltatore in un vero e proprio maelstrom elettrico… Questa volta non vincolato da problemi di durata, trattandosi di un full lenght, il cd è composto da 7 tracce, di cui 4 superano gli otto minuti di durata e tra le quali Black Gold tocca l’apice di rappresentatività di quello che è il marchio di fabbrica del gruppo, che si delinea sempre più chiaramente, distinguendosi dalla massa e, soprattutto, senza stare a guardare, sentire o imitare ciò che proviene da oltre confine. Un valore aggiunto da non trascurare…

Voto: 8,5/10

Salvatore Mazzarella