Mazzarella Press Office

EMP 1

martedì 18 dicembre 2012

SHAKRA - Powerplay

AFM Records

Gli Shakra sono in possesso di un potenziale enorme. Il problema però è che stenta ad emergere. Powerplay è l'ennesimo disco discreto, che però rende il combo svizzero incompiuto nuovamente. E' un gruppo che si pone nel mezzo, tra coloro che vogliono emergere, cercando di raggiungere un folto numero di consensi e chi invece per una sorta di coerenza, preferisce restare ancorato alle radici del rock. Ne viene fuori un buon prodotto di rock, che spazia tra il tradizionale e l'alternativo, senza però prendere una strada maestre, senza puntare dritto su quelle che sono le proprie reali intenzioni. Si, perché gli Shakra in cuor loro hanno deciso cosa vole essere e cosa voler diventare. Il problema è che manca ancora il giusto coraggio. Gli Shakra vorrebbero essere la classica band che gira ininterrottamente per MTV e che per certi versi debba essere destinata a far impazzire miriadi di ragazzine. Il problema è che c'è la paura di lasciare la strada vecchia per la nuova ed ecco che Powerplay diventa una sorta di compromesso, con brani discreti, corredati da discreti ritornelli e da riff di chitarra più ruvidi che tecnici, ma sempre dal profumo commerciale. Non c'è però nessun brano trainante, nessun pezzo che possa consentire agli Shakra di raggiungere il successo mondiale. Grave per una band con quindici anni di carriera alle spalle, corredati da otto lavori in studio, che fondamentalmente da Fall in poi sono tutti uguali, con la differenza che sono passati da quel momento sette anni e non è stato fatto alcun passo in avanti. Powerplay è una bellissima scatola vuota, ovvero un disco ben prodotto, che però lascia il senso dell'incompiuto.

Voto: 6,5/10

Maurizio Mazzarella