Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

giovedì 20 dicembre 2012

FLOWER FLESH - Duck In The Box

Black Widow

Quando abbiamo la fortuna di ascoltare un disco come Duck In The Box siamo contenti e ci sentiamo in pace con il mondo!!! Ormai è chiaro che quando abbiamo a che fare con un lavoro di genere prog metal, o comunque prog con sfumature hard e a.o.r., il melting pot delle influenze è sempre il solito ed in più di qualche recensione l’abbiam citato. Se si tien conto anche che la possibilità di essere tecnicamente eccelsi con gli strumenti è alla portata di tutti, siamo costretti ad esprimere considerazioni sulla band che ci propone il suo lavoro basandoci su metriche di valutazione del tutto particolari… Due di queste sono il tasso di battuta del piedino e la frequenza di oscillazione della testa durante l’ascolto, nonché la loro distribuzione durante l’arco di durata di tutto il cd. Ci sono molti gruppi per i quali questi tassi sono prossimi allo zero. Bè signori, nel caso di questi bravissimi Flower Flesh è completamente il contrario e le suddette misurazioni restituiscono valori elevatissimi… Si sente a pelle la passione che hanno messo questi ragazzi nelle loro composizioni, la rilassatezza strumentale con la quale le hanno implementate e la semplicità con cui riescono a trasmetterle al fortunato ascoltatore. E così tra l’apertura simil Yes periodo Drama, quelli con Geoff Downes alle tastiere insomma, di Falling In Another Dimension, la prosecuzione che attinge dal new prog dei Marillion di My Gladness After Sadness, con un bel break in italiano tanto vicino alla P.F.M., o addiritura con i Doors che fanno capolino in God Is Evil passano in un istante i circa 42 minuti di durata di un lavoro davvero bello e godibile. Merito anche agli amici di Black Widow che in quest’ultimo scorcio di anno c’hanno proposto dei gruppi validissimi, che pur senza voli strumentali che sembrano quelli del ‘calabrone’ danno tanto valore aggiunto al nostro vivere la musica. Il voto che vedete sotto è abbastanza elevato e se qualcuno ha qualcosa da obiettare noi rispondiamo che abbiamo dato un voto alle emozioni che questo disco c’ha dato… Sfido ognuno di voi a dimostrarci il contrario !!!

Voto: 9/10

Salvatore Mazzarella