ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

venerdì 21 dicembre 2012

DEHUMANIZED - Controlled Elite

Comatose Music

Da qualche mese negli USA si parlava di questo ritorno dei Dehumanized. La band calcò la scena death metal newyorchese della prima metà degli anni '90 e fu autrice dell'album "Prophecies Foretold", album che dai più venne considerato un ottimo lavoro. Ritorna il death metal del growler Mike Centrone (lui non era in quel primo album), suonato con estrema violenza e tale da rendere "Controlled Elite" un lavoro quasi brutal. L'album parte spietato e impietoso, tra riff massicci e dalle distorsioni grevi e assassine, oltre ad un drummnig dinamico e preciso. La bontà delle premesse nelle prime canzoni alla lunga però non viene mantenuta, non che la qualità dei pezzi scada, ma proprio quell'atteggiamento assassino e quel riffing brutale non si concedono tratti distintivi. D'interesse "None Shall Remain" forse il brano maggiormente articolato e dove anche Geroge Torres, batterista, trova un nuovo smalto in quanto troppo spesso manifesta soluzioni generaliste, lui che invece è un signor batterista. Si segnalano anche Frank Mullen (Suffocation) in "Controlled Elite" e l'assolo di Terrance Hobbs (Suffocation) in "Root of Evil". Il sound dei Dehumanized è istruito dalla scuola death del Nord più che da quella della Florida e nonostante questo l'album presenta buoni pezzi e altri normali o discreti. Il risultato è quello di un ritorno poco affascinante.

Voto: 6/10

Alberto Vitale