ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

venerdì 5 ottobre 2012

FORGOTTEN TOMB - ...And Don't Deliver Us From Evil

Agonia Records
I Forgotten Tomb non sono solo una grandissima band, ma sono un gruppo di culto, che ha contribuito notevolmente ad irrobustire la storia del metal estremo nostrano e non è un'eresia afferme che se fossero provenienti da una nazione estera, avrebbero maggiore successo, proprio per l'alta considerazione che c'è dei gruppi stranieri a danno di formazioni italiane che non hanno nulla da invidiare a nessuno. ...And Don't Deliver Us From Evil è il loro sesto lavoro in studio in ben tredici anni di attività e vede il combo piacentino tornare sul mercato ad un anno dal precedente Under Saturn Retrograde. Da un punto di vista musicale, i Forgotten Tomb navigano nel metallo estremo, suonando una sorta di black metal progressivo, spaziando tra momenti oscuri, gotici e doom, senza tralasciare anche il death. C'è una forte influenza proveniente dall scena scandinava, ma siamo di fronte ad un grupoo dotato di una personlità fortissima ed uno spessore artistico davvero notevole. Ed questo quello che piace di loro, quello di non avere un''etichetta predefinita, perché è la loro capacità di spaziare in modo disinvolto che ammalia ed attrae. ...And Don't Deliver Us From Evil è un lavoro eccellente, che spazia da momeni brutali ad altri raffinati, sempre supportati da una tecnica sopraffina, che donata la qualità di un gruppo che ci sa davvero fare, soprattutto da un punto di vista compositivo. E' un album difficile, molto compatto, dall'impatto forte e dalla presa non immediata, anche per via di arrangiamenti molto complessi strutturati in modo impeccabile che possono essere percepiti dopo più ascolti. Discreta la produzione. Un gran bel disco.

Voto: 8,5/10

Maurizio Mazzarella