ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

mercoledì 19 settembre 2012

XASTHUR - Nightmares At Dawn

Avantgarde Music
Quindici sono gli anni che ci separano dalla nascita, in California, di questa one man band “depressive black” ad opera di Scott Conner, alias Malefic, che ha dato lustro alla scena statunitense grazie alla pubblicazione di alcuni discreti lavori, tra cui Funeral Of Being e Nocturnal Poisoning, ben apprezzati dai black metallers, tanto da assurgere nel tempo allo status di cult project. Ma nella vita si cresce, ci si guarda attorno, si fanno nuove esperienze e conseguentemente si cambia prospettiva di vita. Un film già dato e visto tante volte, specie se si tratta di situazioni scaturite da scelte estreme, come può essere quella di dedicarsi anima e corpo al black metal. Scott ha quindi deciso di porre fine alla sua creatura, gli Xasthur appunto, per dedicarsi ad altri progetti. Di conseguenza Nightmares At Dawn non è un nuovo lavoro ma una raccolta di tagli, ritagli e frattaglie rimasti depositati su qualche nastro nel corso degli anni, per cui accanto a brani completi vi sono bozze, appunti sonori di idee scaturite estemporaneamente, in particolar modo c’è pochissimo black ed al contrario tanto ambient, noise, sussurri vari e angoscia… Angoscia che pervade l’ascoltatore sino a quando sul display del cd non compare lo scoccare del settanciquesimo minuto, che sancisce la fine del cd. Sicuramente la scelta di pubblicare questo cd da parte della nostrana Avantgarde è tesa a soddisfare i die hard fans del progetto, cui è strettamente consigliato questo cd. Per gli altri, per chi volesse approfondire la conoscenza dell’entità Xasthur, meglio procurarsi i lavori precedentemente citati nel corso della recensione.

Voto: 6/10

Maurizio Mazzarella