Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

mercoledì 26 settembre 2012

THE GATHERING - Intervista alla Band

The Gathering (Metallum)
Risponde Hans Rutten (drums):

Come descriveresti in termini musicali Disclosure?

-L'idea iniziale di The West Pole, il nostro album precedente, era di comporre un disco orientato sul rock. A un certo punto abbiamo deciso di fare die album, The West Pole ed uno più atmosferico. Abbiamo messo da parte questa idea perché abbiamo voluto pubblicare un nuovo album dopo la partenza di Anneke, ma non abbiamo avuto voglia di aspettare troppo a lungo. The West Pole è un album sullo stile di 'If_then_else', ma comunque con un sacco di differenze. Disclosure è più compatto. Abbiamo voluto scrivere canzoni più epiche, anche flirtare e sperimentare un po' di più con l'elettronica. Una sorta di matrimonio tra suoni elettronici ef organici (organici nel senso di trombe reali e violini, viola e violoncello). Abbiamo avuto una chiara idea di cosa fare durante il processo di scrittura. E naturalmente, siamo rimasti un po' disorientati quando Anneke è andata via. Silje è stata molto più coinvolta nel songwriting e nella registrazione. Lei ha fatto un ottimo lavoro e sono molto orgoglioso di lei oer quello che ha fatto. Non è stato un compito facile, ma lei lo ha fatto, e si sente si sente al 100% a proprio agio con i The Gathering. Ci siamo sentiti liberi nel processo di scrittura, nessuna pressione commerciale. René inoltre ha curato ancora una volta la produzione dell'album.

Quanto tempo è servito per registrarlo?

-Abbiamo scritto e registrato questo album in circa due anni. Non tutti i giorni, naturalmente...

Qual è l'origine di una vostra canzone?

-Abbiamo iniziato a scrivere nuove canzoni due anni e mezzo fa e abbiamo lavorato fino a giugno di quest'anno. Il più delle volte Frank o Rene hanno creato dei riff poi elaborati in sala prove. Come sapete ci piace lavorare sui dettagli e sui suoni, questo è ci costato un sacco di tempo, ma è una cosa che amiamo fare. Soprattutto quando sei senza un'etichetta discografica alla spalle che ti chiede delle scadenze. Abbiamo composto dodici canzoni grezze, poi abbiamo scelto otto tracce che abbiamo elaborato. Come un sacco di band abbiamo il nostro studio di casa, dove siamo in grado di registrare tutto tranne batteria. Abbiamo noleggiato uno studio per la batteria un paio di giorni e abbiamo preso i file presso il nostro studio casa. Potrei scrivere un libro sulla registrazione di questo disco e forse o farò. Si tratta di un processo complicato. Noi non lavoriamo con un fitto calendario, partoniamo quando abbiamo una visione chiara di ciò che vogliamo fare.

Quali sono i temi affrontati con Disclosure?

-I testi li ha scritti Silje e sono molto onesti e personali. Sono diretti e non c'è l'utilizzo di metafore. Creaiamo sempre ciò che abbiamo in mente, ma questa volta abbiamo preso del tempo per creare un prodotto più personale ed andare più in profondità. Credo che sia il nostro album più personale che abbiamo mai fatto. E' molto diretto, non ci sono riempitivi dell'album, tutto ha un senso. E' un vero e proprio viaggio di 50 minuti. La reazioni che abbiamo avuto al momento sono ottime. Sappiamo che abbiamo fatto qualcosa di speciale, ma non mi aspettavo una risposta così positiva.

Qual è il brano di Disclosure al quale ti senti più affezionato?

-Io adoro la prima canzone Paper Waves .

Che cosa vi aspettate da Disclosure?

-Vedremo. Noi non abbiamo aspettative.

Quali sono le differenze tra Disclosure e The West Pole?

-Direi che nella prima risposta che ti ho dato nel corso dell'intervista è possibile riscontrare le differenze tra Discosure e The West Pole.

Quali sono le differenze tra Silje Wergeland e Anneke Van Giersbergen?

-Hanno molto in comune, ma differiscono molto anche. Anneke è più classica come stile, mentre Silje è più sperimentatrice con la sua voce.

Quali sono i piani futuri per la band?

-Abbiamo un tour nel 2013. E poi ci prenderemo molto riposo come band.

Pubblicherete un live CD o un DVD?

-No, non è stato ancora pianificato.

Vuoi lasciare un messaggio ai nostri lettori?

-Grazie! Spero di vedervi tutti presto in Italia!

Maurizio Mazzarella