ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

giovedì 12 luglio 2012

THE STRANDED - Survivalism Boulevard

Coroner Records
Ascoltare un gruppo come gli Stranded ci fa davvero felici. Perché ci conferma come la nostra nazione sia colma di giovani band frizzanti ed innovative, che hanno tutte le capacità di lasciare un impronta indelebile nel mondo della musica. Attivi da circa un anno e provenienti dalla provincia di Torino, giungono con questo pregevole  Survivalism Boulevard al proprio esordio sul mercato discografico. Il loro è un metal moderno, basato sull'evoluzione finale del death metal melodico di matrice scandinava. Per essere chiari, nella musica dei The Stranded c'è molto degli ultimi lavori di Dark Tranquillity, In Flames e soprattutto Soilwork, anche se ciò che piace di questo gruppo, è la voglia di eprimere un sound molto personale ed originale, ma comunque identificativo. Ne viene fuori un album vivo, coinvolgente e trascinante, colmo di grinta e di carisma, con la band che picchia duro senza sosta senza mai fermarsi, sciorinando anche una buona tecnica, che si rende viva all'interno di canzoni composte in modo egregio e supporato da una qualità davvero notevole. C'è rabbia, aggressività, ma anche tanta consapevolezza nei propri mezzi. L'impatto è molto buona, la presa tutto sommato è immediata, gli arrangiamenti ben strutturati, non sono molto complessi ed i brani sono compatti ed incisivi. Ci sono degli angoli da smussare ancora, ma i presupposti per far bene ci sono. Ottima la produzione, il vero fiore all'occhiello del disco!

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella