ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

mercoledì 11 luglio 2012

MICK WALL - Enter Night "La Storia Dei Metallica"

Edizioni BD
Grazie ad Edizioni BD vede luce in Italia la storia dei Metallica secondo la versione di Mick Wall dal titolo Enter Night, che cita la track d’apertura del famigerato Black Album, fonte d’ispirazione anche nella scelta della sovraccoperta che riveste il libro, con un James Hetfield in rilievo/trasparenza ringhiante (in quarta invece c’è Lars Ulrich), rigorosamente nera ed estremamente elegante. Mick Wall è un nome che non ha bisogno di presentazioni, visto che è uno dei giornalisti rock inglesi più importanti ma, soprattutto, è noto al pubblico metal in quanto biografo “autorizzato” di una certa band che si chiama Iron Maiden. Non ha bisogno di presentazione nemmeno il suo stile di narrazione, simile a quello utilizzato per la “Vergine Di Ferro”, davvero originale, godibile e scorrevole, che permette al racconto biografico di dipanarsi come un romanzo, pur se infarcito delle dichiarazioni raccolte direttamente dalla voce dei protagonisti e delle considerazioni abbastanza dirette dell’autore. Forse è proprio questa la peculiarità che caratterizza gli scritti di Mick Wall: in prima istanza il sapiente e proficuo utilizzo di quello che è alla fine il risultato suo lavoro di giornalista musicale, quindi di testimone diretto di fatti ed accadimenti commentati senza troppe remore, secondariamente la tempistica assolutamente perfetta nell’inserimento di queste parti nell’economia totale dell’intera scrittura. Leggendo questo libro con alle spalle la lettura della sua biografia dei Maiden, può sembrare che Mick sia stato più tenero con quest’ultimi mentre ai Metallica non abbia risparmiato nulla, nel bene e nel male. I più arguti penseranno che il motivo sta nel fatto che per i quattro di Frisco la biografia non è autorizzata al contrario, invece, di quella della band inglese. Non è così… A parte che qualche leggera bacchettata c’è anche nella biografia dei Maiden, va anche detto la band di Steve Harris ha sempre tenuto un rigore ed una disciplina esemplari nei confronti della propria musica e dei propri fan, vuoi perché il sempre lucido bassista, insieme a Rod Smallwood, esercitava un controllo serrato sulle attività, vuoi perché i ragazzi dei Maiden erano abbastanza più posati. I Four Horsemen erano un pò più birichini… Fatta questa doverosa precisazione, va anche sottolineato che questo ottimo e gran libro è fortemente consigliato a tutti i fan dei Metallica, a coloro che vogliono saperne di più su di loro e anche a quelli che sono in possesso dell’anch’esso ottimo …And Justice For All di Joel Mc Iver, che conserva un taglio comunque più enciclopedico rispetto ad Enter Night.

Voto: 8,5/10

Salvatore Mazzarella