Mazzarella Press Office

EMP 1

lunedì 19 marzo 2012

OPHTHALAMIA - Dominion

Soulseller Records

Si sono sciolti gli Ophthalamia, non esistono più come band ed onestamente visto lo spessore artistico dei loro lavori in studio è davvero un peccato, perché ci avrebbero regalato sicuramente delle grandi perle musicali. Il loro percorso iniziò nel 1989, nella città di Stoccolma, in Svezia. Il promo disco giunse nel 1994, era A Journey in Darkness, che fu seguito dopo un solo anno dallo storico Via Dolorosa. Dopo A Long Journey nel 1998, giunse questo Dominium dopo un anno ed è forse il disco migliore mai composto dal gruppo scandinavo. Uscito in origine per la No Fashion Records, oggi viene riproposto dalla Soulseller Records. Lo stile degli Ophthalamia è impostato su un black metal tecnico melodico, con un letto sonoro che per la maggiore ricorda gli In Flames di Whoracle e The Jester Race, anche se le linee vocali sono stilisticamente molto vicine ai Cradle Of Filth ed ai Dimmu Borgir, anche se come approccio ed attitudine, sebra di sentire una versione più cruenta dei nostrani Death SS. Il disco è davvero eccellente, da un punto di vista tecnico ci troviamo di fronte a dei musicisti rispettabile, che con il prioprio strumento ci sanno davvero fare. Dominion è un disco fluido, che scorre in modo dinamico, trascinandoti e coinvolgendoti senza mezze misure. I brani sono in possesso di una giusta versatilità, ma hanno un impatto anche molto forte, oltre che che una presa facile, nonostante gli arrangiamenti siano molto complessi ed articolati, ma sempre strutturati in modo divino. La produzione è molto buona, insomma, tutto è stato fatto in modo davvero eccellente. Un disco consigliato a chi adora queste sonorità.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella