Mazzarella Press Office

EMP 1

martedì 6 marzo 2012

GORY BLISTER - Earth-Sick

Bakerteam Records

I Gory Blister sono una splendida realtà della scena metal nostrana, che sino ad oggi avrebbe meritato di raggiungere molti più consensi rispetto a quelli realmente ottenuti. Stiamo infatti parlando di un gruppo che a conti fatti è sulle scene dal 1991 e che non ha nulla di mero rispetto ad altri gruppi del settore che godono al momento di maggiori attenzioni, ma non è mai troppo tardi per ricredersi. Questo ultimo Earth-Sick, edito dalla Bakerteam Records, giunge infatti proprio al momento opportuno. I Gory Blister giungono al proprio quarto lavoro in studio e possiamo serenamente affermare che questo è il loro miglior disco di sempre. Già con il precedente Graveyard Of Angels, dato alle stampe circa tre anni fa, il gruppo originario di Taranto aveva dato ampia dimostrazione di essere notevolmente cresciuto sia da un punto di vista tecnico che compositivo, ma Earth-Sick rappresenta un ulteriore passo in avanti, l’ennesima conferma dello spessore di questo eccellente gruppo. Dietro al microfono c’è il nuovo cantante John St. John, autore di una buona prova, mentre alla chitarra ed alla batteria troviamo il nucleo storico dei Gory Blister, ovvero Raff e l’ex Node Joe La Viola. Da un punto di vista stilistico, i Gory Blister sono rimasti fedeli al loro technical death metal, particolarmente incline allo stile dei Death, ma che in alcuni frangenti ricorda anche i più attuale Obscura. A prescindere da tutto questo, ci troviamo di fronte ad un gruppo molto maturo, consapevole dei propri mezzi, capace di perseguire un’identità precisa e dotato di una personalità molto forte. La tecnica, la potenza e l’intensità, sono alla base della forza e della qualità dei Gory Blister, che in Earth-Sick sono fautori di brani compatti e dall’impatto fortissimo, se pur dalla presa non immediata, propria per via di una congrua complessità di fondo negli arrangiamenti e nella struttura dei brani che si dimostrano ben articolati. Discreta anche la produzione, nel complesso appropriata alla ricetta musicale del combo ionico ormai da tempo trapiantato in Lombardia. Ottimo disco, che deve assolutamente godere della vostra considerazione.

Voto: 8/10

Maurizio Mazzarella