ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

mercoledì 29 febbraio 2012

OLIVER DAWSON SAXON - Motorbiker

Angel Air Records

Eccoli qui !!! L’altra metà dei Saxon, quelli cattivi, quelli che volevano usare il nome ma son rimasti fregati, quelli che in realtà sono solo una cover band dei vecchi Saxon, quelli che vanno suonando anche nelle bettole, quelli che… Io queste chiacchiere non le ascolto, anzi vi racconto la mia verità !!! Ho avuto la fortuna di assistere ad un concerto degli O.D. Saxon esattamente il 30 Gennaio 2009 in quel di Bari e vi posso assicurare che è stato uno dei migliori liveset a cui ho avuto la fortuna di prender parte, dove per la band i circa 200 presenti erano 20000 ed il Target Club di Bari poteva essere Wacken, non c’era differenza. Io ho visto cinque musicisti che avevano solo voglia di spaccare e lo hanno fatto, con una carica incredibile, sicuramente quella che non ti aspetti da una band di ultracinquantenni ma che comunque è propria di chi questo mestiere lo ama e prova i brividi ogni volta che riesce a domare la platea… Ed alla fine del concerto vi posso assicurare che tutti erano a bocca aperta, dai vecchi rockers come il sottoscritto ai più giovani metallari, quelli che di solito prediligono black e death ma magari non si fanno sfuggire (…e fanno bene) nessuna occasione per fare del sano headbanging. Ricordo ancora il cantante John Ward, un vero animale di razza, tuffarsi tra la folla ed essere portato in trionfo sulle spalle dal pubblico e tutto questo mentre continuava a cantare. Questo lungo preambolo vi fa capire da che parte sto, però cercherò di essere il più obiettivo possibile. Motorbiker è il nuovo album di questa magnifica band, con un titolo che è un tributo a quello che è il loro pubblico abituale, visto che non è difficile trovarli come headliners ad un qualche festival abbinato ad un raduno motociclistico, così come tanti sono i bikers che seguono sempre ed ovunque la band. Sarà che è il primo cd in studio da tanti anni a questa parte e quindi le composizioni qui contenute, ben 12, sono il frutto di un lavoro ben meditato ma se vi aspettate una copia di quelli che furono i Saxon potete cambiar strada… Quelle che ascolterete sono songs di una freschezza incredibile, ancorate al passato solo per un attitudine del tutto genuina, con riff portanti davvero potenti, un basso granitico e degli assoli di chitarra d’alta classe, certo non da mille note al secondo (oddio, qualcuno ci stà…) ma che vi faranno venire i brividi nelle parti basse al di sotto della cintura ed una performance del suddetto singer davvero graffiante. Chemical Romance è un’apertura col botto seguita a ruota da una terremotante title track, No Way Out combinerà sfracelli dal vivo… E che dire della ballad Just Another Suicide o del magnifico speed in doppia cassa di Hell In Helsinki, graziato da uno splendido intermezzo di chitarra solista. Il disco esce per l’inglese Angel Air e quindi dovrete girare un po’ sul web per trovarlo, altrimenti se passano dalle vostre parti andateveli a gustare dal vivo e magari il cd potrete acquistarlo anche in quell’occasione. Ah!!! Un ultima cosa molto importante: la band ha dedicato Motorbiker al nostro Marco Simoncelli.

Voto: 10/10

Salvatore Mazzarella