Mazzarella Press Office

EMP 1

giovedì 23 febbraio 2012

MICHAEL THOMPSON BAND - Future Past

Frontiers Rercords

Supportato dalla nostrana Frontiers Rercords, il talentuoso chitarrista statunitense Michael Thompson fa ritorno sul mercato discografico con la sua band a distanza di circa cinque anni dall'ultimo Rivers of Paradise, anche se nel frattempo c'è da rimarcare la pubblicazione del disco Primera Fila nel 2009 a supporto dell'artista Thalía. Future Past, questo è il titolo del suo ultimo lavoro in studio, non presenza grosse novità, nel senso che è il classico dico che puoi attenderti da Michael Thompson e la su band. Lo stile è quello solito, basato su un AOR di stampo prevalentemente americano ed un hard rock melodico molto incline al noto stile degli anni ottanta. Fondamentalmente le band simili sono le consuete, si spazia dai Toto ai Journery, come ai Foreigner ed ai Survivor, con la differenza che l'ascia americana ci mette davvero molto di suo in questo disco e non è un aspetto di poco conto, perché la personalità è un fattore importantissimo di questi tempo. Se poi a tutto questo aggiungiamo la grande tecnica di Michael Thompson, ecco che il gioco vale la candela, nel senso che basta un suo assolo per farti innamorare di Future Past, che non ha la pretesa di cambiare il mondo, ma solo di fare godere della buona musica ad un potenziale ascoltatore. Il disco è bello, perché mette al centro di tutto la qualità delle canzoni, per questo Future Past risulta un disco spontaneo, intenso, passionale ed assolutamente ispirato. La qualità compositiva di Thompson è a dir poco sbalorditiva e basta solo il ritornello della title-track per restare ammaliato da questo album. Ottima anche la produzione, curata in modo maniacale. Davvero un gran bel disco, non ci sono ulteriori parole per commentare Future Past.

Voto: 7,5/10

Maurizio Mazzarella